Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Obiettivi Formativi - PhD Precision Medicine

Lo sviluppo di terapie medico/farmacologiche è da sempre incentrato al paziente “medio” senza una particolare attenzione alle caratteristiche del singolo paziente. La Medicina di Precisione punta a modificare questa visione tenendo conto delle specifiche individuali dell'individuo e della sua malattia, fornendo gli strumenti per comprendere meglio i complessi meccanismi che sottendono alla malattia ed alle condizioni del paziente, per prevedere quali trattamenti saranno più efficaci. La Medicina di Precisione ha già portato a scoperte e trattamenti adeguati alle specifiche caratteristiche del paziente ad esempio in ambito oncologico.

Il Dottorato di Ricerca in Precision Medicine del Dipartimento di Eccellenza in Medicina Molecolare e Traslazionale ha l’obiettivo di fornire una formazione interdisciplinare teorico/pratica nelle scienze biomediche per creare professionisti dotati di strumenti metodologici e conoscenza delle strategie avanzate necessari all'implementazione di modelli di diagnosi e cura incentrati sul paziente. In particolare l'obiettivo del dottorato è di formare dottori di ricerca preparati nei seguenti campi: bioinformatica ed informatica biomedica; scienze "omiche" (genomica, trascrittomica, proteomica, metabolomica ed interattomica); identificazione di biomarcatori e farmaci personalizzati; individuazione di nuovi meccanismi di malattia; sviluppo di modelli innovativi di malattia; sviluppo di tecnologie diagnostiche avanzate.

Il Dottorato di Ricerca in Precision Medicine vuole formare professionisti dotati di un'approfondita preparazione biomedica e tecnologica da applicare alle tematiche della medicina di precisione, con l'obiettivo di generare professionisti capaci di affrontare temi di elevata complessità, tecnologici e medici, con approcci multidisciplinari e dotati degli strumenti metodologici e conoscenza nelle strategie avanzate necessari all'implementazione dei modelli di diagnosi e cura incentrati sul paziente.
Gli sbocchi occupazionali e professionali previsti sono:
- Ricercatore e/o coordinatore di gruppi di ricerca in centri di ricerca in Italia (Università, CNR, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico);
- Ricercatore e/o coordinatore di gruppi di ricerca in strutture sanitarie pubbliche e private in Italia o all’estero;
- Coordinatore e monitor degli studi di farmacologia clinica in strutture sanitarie pubbliche e private in Italia o all’estero;
- Coordinatore degli studi di farmacologia clinica presso industrie farmaceutiche in Italia o all’estero;
- Coordinatore della ricerca e/o ricercatore presso piccole-medie imprese per le biotecnologie e centri di diagnostica molecolare in Italia o all’estero.

Il Dottorato offre:
1) Progetti di ricerca di alto impatto nelle varie aree dell’oncologia, immunologia, genetica e farmacologia sia nell’ambito della ricerca di base che nell’ambito della ricerca clinica con particolare riferimenti alle tematiche correlate alla bioinformatica ed informatica biomedica, le scienze "omiche" (genomica, trascrittomica, proteomica, metabolomica ed interattomica), l’identificazione di biomarcatori e farmaci personalizzati, l’individuazione di nuovi meccanismi di malattia, lo sviluppo di modelli innovativi di malattia e lo sviluppo di tecnologie diagnostiche avanzate.

2) Piattaforme tecnologiche avanzate per l’apprendimento e l’utilizzo di tecnologie innovative basate sulle seguenti piattaforme: imaging in vitro e in vivo; genomica equipaggiata con Next Generation Sequencing (NGS); proteomica; interattomica macromolecolare; diagnostica cellulare; Zebrafish.

3) Corsi e cicli di seminari; attività tutoriali come Journal Club e Progress Report sulle attività di ricerca.

4) Periodi di formazione in Centri di Ricerca di Eccellenza in Italia e all’estero.