Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Psicologia Clinica Perinatale

Pagina aggiornata il 09 aprile 2018.

Destinatari: 

Questa sesta edizione del Corso di Perfezionamento post-laurea si colloca nella prospettiva delle attività di formazione per la promozione della Salute e del Benessere.
Il Corso di formazione interdisciplinare è rivolto agli operatori della perinatalità: psicologi, pediatri, neonatologi, neuropsichiatri infantili, ginecologi, psicoterapeuti, ostetriche, puericultrici, infermieri, fisioterapisti, terapisti della neuro-psicomotricità dell’età evolutiva, assistenti sociali, assistenti sanitari, educatori.
In sessioni multidisciplinari distinte e integrate vengono trattate tematiche inerenti la perinatalità, sviluppate attraverso competenze specialistiche di esperti nazionali e internazionali. La Salute fisica e mentale e il Benessere nella perinatalità  riguardano sia i genitori che i neonati e i bambini. La Psicologia Clinica Perinatale ha come suo oggetto unitario lo sviluppo della progettualità generativa e genitoriale e l’acquisizione delle capacità psichiche necessarie alla coppia genitoriale per garantire la salute, fisica e mentale, del proprio figlio. La ricerca che ne deriva è rivolta alla triade madre-bambino-padre, all’insieme relazionale che li lega e al suo evolversi dall’epoca prenatale, nelle vicende della gestazione, parto/nascita, puerperio, allattamento, neonatalità nello sviluppo del bimbo nei suoi primi anni di vita. Tale ricerca collocata nel collettivo costituito dall’organizzazione di servizi istituiti e istituendi per proteggere e sostenere il percorso di nascita-crescita genitoriale e infantile, nonché nel più vasto contesto culturale e sociale, è rivolta a promuovere una assistenza adeguata a garantire le future generazioni. Il corso affronterà, secondo una modalità multidisciplinare, la complessità dei processi di sviluppo del feto, del neonato e del bambino considerato nei suoi aspetti psicobiologici e relazionali. L’individualità del bimbo si sviluppa, fisicamente e psichicamente, in funzione della qualità della relazione con i suoi genitori. La  mente dell’essere umano si costruisce progressivamente, a cominciare dal feto, attraverso le reti neurali che si formano per l’elaborazione delle afferenze e nelle comunicazioni inerenti alle relazioni interumane. La qualità della mente ha le sue radici nella struttura primaria del cervello che si forma durante il periodo perinatale e nei primi anni di vita in funzione della qualità delle capacità genitoriali e delle possibilità di esplicarle. Di qui l’importanza  di una assistenza per  i genitori e le famiglie a rischio, per circostanze ambientali e/o per la qualità delle strutture neuromentali genitoriali. Il periodo perinatale di un bambino è indissolubilmente legato, forse determinato, dalla evoluzione che avviene, o dovrebbe avvenire, nella struttura mentale dei suoi genitori. Una tale struttura ha il suo corrispettivo neurale nel cervello dei futuri genitori. Si può dunque considerare, e studiare, una perinatalità psichica come caratteristica fondamentale dei genitori condizionante, nel suo evolversi, il futuro del bimbo, dell’intera sua famiglia e di qui nelle future generazioni. Una “perinatalità psichica” si struttura progressivamente nella mente di ogni membro della coppia genitoriale durante il periodo della gestazione, ma anche già da prima, a partire dalla progettualità generativa che aveva motivato consapevolmente o inconsapevolmente il desiderio di un figlio. I processi psichici sottesi alla filiazione sono costituiti dai vissuti intrapsichici dei futuri genitori ma sono anche collegati al contesto sociale e culturale. La perinatalità psichica viene pertanto a collocarsi in una prospettiva ampia, che implica aspetti neurobiologici, intrapsichici, interpersonali, relazionali, sociali e transgenerazionali. I recenti mutamenti economici, sociali e culturali, ivi compresi gli eventi relativi alle migrazioni che hanno consentito la diffusione di nuove strutture familiari  e  modalità  diversificate  di  assunzione  del  ruolo genitoriale, hanno condizionato sempre più i vari articolati percorsi della filiazione, cosicché gli aspetti connessi alla perinatalità psichica sono andati implicando processi sempre più complessi.
Nel Corso verranno trattate tematiche da molteplici diverse discipline: Psicologia Clinica, Psicosomatica, Psicoanalisi, Ostetricia, Ginecologia, Malattie Infettive, Neonatologia, Patologia Neonatale,  Neuroscienze, Neuroscienze dello sviluppo, Psicologia dello Sviluppo, Pediatria, Neuropsichiatria Infantile, Psichiatria, in un percorso integrato finalizzato alla  tutela della salute, fisica e mentale, e alla prevenzione e cura di psicopatologie che possono insorgere anche a lungo termine, dalle loro radici primarie risalenti alle condizioni biopsicosociali della perinatalità.

Titolo di ammissione: 

I titoli richiesti per l’ammissione al Corso di perfezionamento sono:

- Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia

- Laurea Triennale o Magistrale in Psicologia

- Laurea delle Professioni Sanitarie di I e II livello

- Laurea Triennale o Magistrale in Scienze dell’Educazione e della Formazione

Durata: 

Il Corso ha una durata di 48 ore complessive, comprensive di attività didattica teorica e clinica (presentazione e discussione di casi clinici), relazioni su temi preordinati e tavole rotonde con dibattito tra esperti.
Il Corso, strutturato in 6 moduli di 8 ore ciascuno, inizierà il 13 Aprile 2018 e terminerà il 7 Novembre 2018.

Frequenza: 

20% di assenza consentita.

Obiettivi formativi specifici: 

Il Corso intende fornire le basi teoriche e cliniche per la formazione di professionisti  in grado di affrontare  problematiche specifiche della perinatalità:

  • Aggiornamento teorico-clinico in Psicologia Clinica Perinatale per la promozione della Salute e del Benessere (active and healthy aging)
  • Approfondimento di strumenti clinici specifici della perinatalità e di competenze specialistiche in riferimento alla coppia, alla famiglia e allo sviluppo del bambino nei suoi primi anni di vita
  • Promozione di  una attenzione specifica alle dinamiche delle interazioni precoci genitore-bambino, attraverso un confronto e integrazione di competenze, in ordine alla valutazione di indicatori perinatali di rischio e di protezione per la tutela della salute mentale 
  • Promozione di una cultura perinatale multidisciplinare condivisa, in riferimento alle nuove conoscenze scientifiche e integrazione delle diverse competenze professionali che operano nell’ambito della Perinatalità

    Metodologia:

  • Lezioni frontali;
  • Seminari specialistici tenuti da esperti nazionali e internazionali
  • Formazione di gruppi di studio e di approfondimento finalizzati all’apprendimento della metodologia dell’Osservazione Clinica Perinatale.
Informazioni sul corso
Referenti: 

Coordinatrice del corso: Prof.ssa Loredana Cena, Cattedra di Psicologia Clinica dell’Università degli Studi di Brescia.

Sede - Descrizione: 

Edificio di Medicina e Chirurgia, Viale Europa 11, Brescia.

Iscrizioni: 

Le domande di iscrizione dovranno essere presentate esclusivamente in modalità on line, entro le ore 12.00 del 30 marzo 2018, seguendo le indicazioni riportate nel Bando di iscrizione.

Numero di posti: 
100
Importo corso: 
396,00 € (contributo comprensivo di quota di iscrizione di 380,00 € e bollo virtuale di 16,00 €). Non sono previste riduzioni della contribuzione in funzione del valore isee.