Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Allergologia e immunologia clinica

figura

Lo specialista in Allergologia e Immunologia Clinica deve avere maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della fisiopatologia, clinica e terapia delle malattie a patogenesi immunologica e/o allergologica; sono specifici ambiti di competenza l’ontogenesi e la fisiopatologia dei sistema immunologico, la semeiotica funzionale e strumentale degli apparati respiratorio, gastro-intestinale e cutaneo, la relativa metodologia diagnostica clinica, funzionale e di laboratorio, la prevenzione e la terapia farmacologica e immunologica in Allergologia e Immunologia Clinica. Deve inoltre acquisire, oltre ad una preparazione nell’ambito della Medicina Interna, anche conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo delle malattie a patogenesi immuno-allergica di vari organi ed apparati.

 

Informazioni sul Corso:

Dipartimento: Scienze Cliniche e Sperimentali
Direttore della scuola: Prof.ssa Alessandra Marengoni
Referenti: Prof.ssa Alessandra Marengoni, Prof.ssa Angela Tincani, Prof. Damiano Rizzoni, Prof. Piergiacomo Calzavara Pinton, Dott. Fabio Lodi Rizzini

Sede: Cattedra di Allergologia e Immunologia Clinica
Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche
ASST Spedali Civili di Brescia
Piazza Spedali Civili, 1 - 25123 Brescia
+390303995487-488
alessandra.marengoni@unibs.it

 

Titolo di ammissione: 

Laurea specialistica e magistrale in Medicina e Chirurgia (classe 46/S e classe LM-41) e Laurea del vecchio ordinamento in Medicina e Chirurgia.

Modalità di ammissione: 

Superamento del concorso annuale bandito dal MIUR.

Durata: 

D.M. 1° agosto 2005       
Allergologia e Immunologia clinica - Area Medica - Classe della MEDICINA CLINICA GENERALE 
Durata: 5 ANNI

D.I. 68/2015 
Allergologia e Immunologia clinica - Area Medica - Classe della MEDICINA CLINICA GENERALE E SPECIALISTICA (D.I. 68/2015)
Durata: 4 ANNI (a partire dall'a.a. 2014-15, che si svolgerà nell'a.a. 2015-16)

Frequenza: 

Obbligatoria. Lo specializzando potrà concorrere al diploma dopo aver completato le attività professionalizzanti.

Obiettivi formativi specifici: 

Obiettivi formativi di base:

  • ampliare e approfondire le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione del sistema immunitario ed al suo funzionamento;
  • conoscere i meccanismi del controllo genetico della risposta immunitaria, i meccanismi immunologici di lesione e di riparazione tessutale e le correlazioni con le patologie allergiche e immunologiche.

Obiettivi della formazione generale:

  • conoscere le alterazioni fondamentali degli organi linfoidi, le alterazioni funzio- nali e i meccanismi di controllo del sistema immunitario, nonché le cause determinanti, il substrato immunogenetico e le lesioni ad essi corrispondenti;
  • conoscere i quadri morfologici da un punto di vista anatomo- ed istopatologico delle principali malattie immunologiche e delle prevalenti malattie linfoproliferative;
  • conoscere i meccanismi patogenetici e le implicazioni di ordine immunologico nel corso delle principali malattie infettive, compresa la patologia da HIV;
  • conoscere i meccanismi infiammatori ed immunologici di controllo della crescita tumorale;
  • conoscere i meccanismi d'azione, il metabolismo, gli effetti terapeutici e avversi dei farmaci e dei presidi farmacologici e biologici del trattamento delle malattie allergiche ed immunologiche.

Obiettivi formativi della tipologia della Scuola: l’ Assistente in formazione deve:

  • riconoscere i sintomi e i segni clinico- fuzionali con cui si manifestano le malattie immunologiche ed allergologiche e risolvere i relativi problemi clinici;
  • definire la prognosi e pianificare la terapia delle malattie suddette;
  • mettere in atto le misure di prevenzione primaria e secondaria in questi pazienti; conoscere i principi eziopatogenetici, pianificare ed eseguire la terapia delle malattie allergiche e immunologiche;
  • eseguire studi controllati ed epidemiologici nel campo delle malattie allergiche ed immunologiche; conoscere, eseguire ed interpretare le prove allergologiche “in vivo" ed applicare le metodologie di diagnostica immunologica, allergologica, sierologica e cellulare.

Sono attività professionalizzanti obbligatorie per il raggiungimento delle finalità didattiche della tipologia l'esecuzione (assistita da un docente) di:

  • diagnostica immunologica, sierologica e dei fluidi biologici (valutare almeno 300 dosaggi delle immunoglobuline e delle immunoglobuline IgE specifiche, e/o dei fattori del complemento, e/o degli autoanticorpi organo- e non organo- specifici);
  • diagnostica di immunologia cellulare (valutare almeno 100 test di caratterizzazione fenotipica di cellule ottenute dal sangue periferico e/o dagli organi e tessuti linfoidi, e/o dal midollo osseo, e/o dai versamenti sierosi, e/o dal liquido di lavaggio bronco alveolare);
  • diagnostica microscopica (valutare almeno 30 preparati citologici, citochimici, ed immunoistochimici di campioni di sangue, o di midollo osseo o di organi linfoidi, in condizioni normali e patologiche di interesse immuno-allergologico);
  • diagnostica allergologica "in vivo" (cutireazioni e/o test di provocazione specifici in almeno 200 pazienti);
  • atti medici specialistici relativi all’inquadramento, allo studio e alla terapia di almeno 400 pazienti con patologia allergica o immunologica, necessari a raggiungere i seguenti obiettivi:
  • approfondimento in senso immunologico dell'anamnesi;
  • ricerca di elementi suggestivi per la presenza di malattie di ordine allergo-immunologico nel contesto di un esame obiettivo generale;
  • pianificazione del procedimento diagnostico concernente le principali malattie allergiche ed immunologiche di almeno 200 pazienti;
  • interpretazione corretta dei risultati delle indagini comprese nella pianificazione del procedimento diagnostico;
  • riconoscimento delle situazioni che richiedono provvedimenti terapeutici d'urgenza;
  • pianificazione ed esecuzione dei protocolli terapeutici, farmacologici e biologici delle principali malattie allergiche ed immunologiche;
  • monitoraggio periodico, sia clinico che laboratoristico, degli effetti benefici e di quelli indesiderati della terapia immunologica, anti-allergica e con farmaci biologici (anticorpi monoclonali);
  • conoscenza della profilassi e terapia delle principali malattie infettive;
  • conoscenza delle caratteristiche dei farmaci antiallergici, chemioterapici, citostatici, antibiotici, immunomodulanti e immunosoppressori;
  • esecuzione di immunoterapia specifica iposensibilizzante per via orale e sottocutanea;
  • partecipazione attiva alla conduzione, secondo le norme di buona pratica clinica, di almeno 2 sperimentazioni cliniche controllate.

Lo specializzando, nell'ambito del percorso formativo, dovrà apprendere le basi scientifiche della tipologia della Scuola al fine di raggiungere una piena maturità e competenza professionale che ricomprenda una adeguata capacità di inter- pretazione delle innovazioni scientifiche ed un sapere critico che gli consenta di gestire in modo consapevole sia l’assistenza che il proprio aggiornamento; in questo ambito potranno essere previste partecipazione a meeting, a congressi e alla produzione di pubblicazioni scientifiche e periodi di frequenza in qualificate istituzioni italiane ed estere utili alla sua formazione.

Sbocchi professionali: 
  • Servizio Sanitario Nazionale
  • Università
  • Ricerca
  • Libera professione
Altre informazioni: 

Le attività formative della Scuola si svolgono presso strutture di degenza e ambulatoriali dell'ASST-Spedali Civili di Brescia e dell'Istituto Clinico Città di Brescia.

Ordinamento ai sensi del D.I. 68/2015