Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Microbiologia e virologia

Lo specialista in Microbiologia e Virologia deve aver maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della batteriologia, virologia, micologia e parassitologia medica; deve aver acquisito specifiche competenze sulla morfologia, fisiologia, posizione tassonomica e genetica dei microrganismi, nonché sulle basi cellulari e molecolari della patogenicità microbica, sulle interazioni microrganismo-ospite, sul meccanismo d’azione delle principali classi di farmaci antimicrobici e sulle applicazioni biotecnologiche dei microrganismi; deve aver raggiunto la capacità professionale per valutare gli aspetti diagnostico-clinici delle analisi batteriologiche, virologiche, micologiche e parassitologiche applicate alla patologia umana.

__________________________

Sede amministrativa: Università degli Studi di Milano

Titolo di ammissione: 

Laurea specialistica e magistrale in Medicina e Chirurgia (classe 46/S e classe LM-41) e ai laurea del vecchio ordinamento in Medicina e Chirurgia. 

Modalità di ammissione: 

Superamento del concorso annuale bandito dal MIUR

Durata: 

D.I. 68/2015 AREA MEDICA - AREA SERVIZI CLINICI Classe della MEDICINA DIAGNOSTICA E DI LABORATORIO - Durata: 4 ANNI (a partire dall'a.a. 2014-15)

___________

D.M. 1 agosto 2005

Microbiologia e Virologia - Area: Servizi Clinici - Classe: Medicina Diagnostica e di Laboratorio
(Aggregata all’Università degli Studi di Milano - sede amm.va della Scuola)

Durata: 5 anni

  • D.I. 68/2015

Microbiologia e Virologia - Area: Servizi Clinici - Classe: Medicina Diagnostica e di Laboratorio
(Aggregata all’Università degli Studi di Milano - sede amm.va della Scuola)

Durata: 4 anni (a partire dall’a.a. 2014/2015)

Frequenza: 

Obbligatoria. Lo specializzando potrà concorrere al diploma dopo aver completato le attività professionalizzanti.

Obiettivi formativi specifici: 

Gli obiettivi formativi sono dettagliatamente descritti nell'allegato al D.M. 68/2015 cui si rimanda. Essi si dividono in:

Obiettivi formativi integrati (ovvero tronco comune)

Obiettivi formativi di base

Obiettivi della formazione generale

Obiettivi formativi della tipologia della Scuola:

- acquisizione di approfondite conoscenze sulla morfologia, fisiologia, posizione tassonomica e genetica dei microorganismi e sulle basi cellulari e molecolari delle interazioni che essi stabiliscono tra loro o con cellule dell’ospite, rappresentando tali interazioni modelli semplici per lo studio e la comprensione di processi biologici fondamentali;

- acquisizione delle metodologie essenziali per la valutazione della distribuzione dei microrganismi in natura e del ruolo da essi sostenuto nell’ambiente, anche alla luce di una loro utilizzazione in studi di mutagenesi ambientale;

- apprendimento dei meccanismi che sono alla base dell’impiego dei microrganismi come strumenti biotecnologici;

- acquisizione di approfondite conoscenze sulle basi cellulari e molecolari della patogenicità microbica, sulle interazioni microrganismo-ospite e sulla resistenza innata ed acquisita dell’ospite verso le infezioni;

- apprendimento, finalizzato all’assistenza, di tutte le metodologie, colturali e molecolari, e delle procedure strumentali, incluse quelle automatizzate, per l’infezione di batteri, virus, miceti e parassiti patogeni per l’uomo e per gli animali, metodologie e procedure basate sulla determinazione diretta della presenza dell’agente infettivo o di suoi costituenti (antigeni e acidi nucleici) e sull’apprendimento di competenze per la diagnosi indiretta di infezioni tramite analisi della risposta immunitaria dell’ospite nei confronti dell'agente infettivo;

- acquisizione di competenze nell’uso di metodologie diagnostiche in microbiologia ambientale ed alimentare;

- apprendimento di principi di diagnostica di infezioni provocate da agenti geneticamente modificati o utilizzati ai fini di guerra biologica; l’acquisizione di conoscenze avanzate sul meccanismo d’azione delle principali classi di farmaci antibatterici, antivirali, antifungini ed antiparassitari e sulle basi molecolari e cellulari della resistenza ad essi da parte degli agenti infettivi;

- comprensione dei criteri per la sorveglianza delle resistenze chemio-antibiotiche, in particolare in ambiente ospedaliero;

- apprendimento dei principali parametri emato-chimici dell’uomo in condizioni fisiologiche e le loro modificazioni in corso di infezione e di trattamento chemio- antibiotico, finalizzando tali conoscenze all’ottimizzazione dei regimi terapeutici;

- acquisizione della capacità di individuare i criteri diagnostici più idonei e di adottare le strategie più efficaci per una razionale utilizzazione delle risorse disponibili;

- acquisizione di competenze riguardanti l’organizzazione e la legislazione relativa alla gestione del Laboratorio di Microbiologia e Virologia, con particolare riferimento alla gestione del “sistema qualità”, alla sicurezza in laboratorio e allo smaltimento di rifiuti tossici o contagiosi.

Sono attività professionalizzanti obbligatorie per il raggiungimento delle finalità didattiche della tipologia:

- partecipazione a corsi di aggiornamento, seminari, dimostrazioni, conferenze e congressi con tematiche direttamente pertinenti o comunque di completamento al percorso formativo in Microbiologia e Virologia, accreditati dal Ministero della Salute per l’Educazione Continua in Medicina;

- prelievo di almeno 160 campioni biologici di interesse microbiologico;

- partecipazione all’iter diagnostico sotto gli aspetti batteriologici, virologici, micologici, o parassitologici di almeno 240 casi clinici;

- esecuzione di almeno 4.000 esami batteriologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formulazione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

- esecuzione di almeno 640 esami virologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formulazione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

- esecuzione di almeno 400 esami micologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formulazione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

- esecuzione di almeno 240 esami parassitologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formulazione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

- esecuzione di almeno 40 esami (tra batteriologici, virologici, micologici e parassitologici) in urgenza.

Lo specializzando potrà concorrere al diploma dopo aver completato le attività professionalizzanti. Lo specializzando, nell'ambito del percorso formativo, dovrà apprendere le basi scientifiche della tipologia della Scuola al fine di raggiungere una piena maturità e competenza professionale che ricomprenda una adeguata capacità di inter- pretazione delle innovazioni scientifiche ed un sapere critico che gli consenta di gestire in modo consapevole sia l’assistenza che il proprio aggiornamento; in questo ambito potranno essere previste partecipazione a meeting, a congressi e alla produzione di pubblicazioni scientifiche e periodi di frequenza in qualificate istituzioni italiane ed estere utili alla sua formazione.

Sbocchi professionali: 

- Servizio Sanitario Nazionale

- Università

- Ricerca

- Libera professione

Altre informazioni: 

Le attività formative della Scuola si svolgono presso il Servizio di Medicina di Laboratorio (SMeL) dell'ASST-Spedali Civili di Brescia (sede della Scuola)

Informazioni sul corso
Direttore della scuola: 
Prof. Arnaldo Caruso - Dipartimento di Medicina Molecolare e Traslazionale
Direzione: 

Coordinatore sede di Brescia Prof. Arnaldo Caruso

Contatti presso l’Università degli Studi di Brescia
Dipartimento di Medicina Molecolare e Traslazionale
Sezione di Microbiologia
UO Microbiologia e Virologia
Spedali Civili di Brescia
Piazza Spedali Civili, 1 - 25123 Brescia

Tel. +39-030-3995792-651
arnaldo.caruso@unibs.it

Segreteria: referente Dott.ssa Laura Peroni
Recapito telefonico:  030 - 3995860
e-mail: laura.peroni@unibs.it

Referenti: 

Prof. Arnaldo Caruso (Presidente)

Prof. Simona Fiorentini

Prof. Carlo Bonfanti