Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Neuropsichiatria infantile

figura

La scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile dell’Università degli studi di Brescia afferisce per le attività cliniche all’Unità operativa di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza dell’ASST degli Spedali Civili di Brescia che è una delle unità operative di Neuropsichiatria infantile più grandi d’Italia con un polo ospedaliero dotato di reparto di degenza con 16 posti letto e di ambulatori e tre poli territoriali con 12 sedi che servono Brescia e provincia. La specificità della scuola è in assoluto la completezza e ricchezza del percorso formativosia in ambito neurologico che psichiatrico che va dall’emergenza urgenza con attività di Pronto soccorso per patologie neurologiche e psichiatriche acute)  all’attività di degenza ( l’unità operativa ha un reparto con 16 posti letto ) , di Day hospital , MAC e percorsi ambulatoriali complessi fino ad arrivare al territorio con l’esperienza della presa in carico e della  riabilitazione. E’ garantita la conoscenza di tutte le esperienze ( diagnostiche e riabilitative ) relative alla cura ed alla presa in carico del bambino e adolescente con patologia neurologica e psichiatrica anche in un’ottica di rete con la possibilità di interfacciarsi con tutte le discipline pediatriche ( la scuola ha sede nell’Presidio Ospedale dei Bambini ) e con le strutture che sul territorio sono riferimento per i percorsi di cura come ATS, Scuola, Servizi Sociali, Comunità Terapeutiche, Tribunale dei minori , Consultori ecc. Nell’ambito della rete formativa la scuola si può avvalere di 2 centri regionali uno sull’Epilessia in età evolutiva ed uno di Neuroftalmologia e riabilitazione precoce e di tutta una serie di attività di II e III livello relative alla neurologia neonatale e follow-up dei prematuri,al bambino piccolo 0-5 anni, alle malattie rare di interesse neurologico, all’autismo e alle disabilità del neurosviluppo , all’ADHD, ai disturbi del comportamento alimentare, alla psicopatologia dell’infanzia e dell’adolescenza,ai disturbi dell’apprendimento,alle paralisi cerebrali infantili e disabilità complesse, .
La scuola permette un’intensa attività di ricerca in tutti gli ambiti indicati e ha avviato proficue collaborazioni con numerosi centri nazionali ed internazionali sia in Europa che negli Stati Uniti che permettono di offrire agli specializzandi anche esperienze all’estero per migliorare e qualificare il loro percorso formativo anche in un’ottica di ricerca.

 

Informazioni sul Corso:

Dipartimento: Scienze Cliniche e Sperimentali
Direttore della scuola: Prof.ssa Elisa Maria Fazzi
Referenti: in fase di aggiornamento

Sede: 
in fase di aggiornamento

 

 

Titolo di ammissione: 

Laurea specialistica e magistrale in Medicina e Chirurgia (classe 46/S e classe LM-41) e ai laurea del vecchio ordinamento in Medicina e Chirurgia.

Modalità di ammissione: 

Superamento del concorso annuale bandito dal MIUR

Durata: 

D.I. 68/2015 AREA MEDICA - Classe delle NEUROSCIENZE E SCIENZE CLINICHE DEL COMPORTAMENTO - Durata: 4 ANNI (a partire dall'a.a. 2014-15)

 

____________

D.M. 1° agosto 2005 
Neuropsichiatria infantile - Area Medica - Classe delle Neuroscienze e Scienze cliniche del comportamento 
Durata: 5 ANNI

D.I. 68/2015 
Neuropsichiatria infantile - Area Medica - Classe delle Neuroscienze e Scienze cliniche del comportamento 
Durata: 4 ANNI      (a partire dall'a.a. 2014-15, che si svolgerà nell'a.a. 2015-16)

Frequenza: 

Obbligatoria. Lo specializzando potrà concorrere al diploma dopo aver completato le attività professionalizzanti.

Obiettivi formativi specifici: 

Gli obiettivi formativi sono dettagliatamente descritti nell'allegato al D.M. 68/2015 cui si rimanda. Essi si dividono in:

Obiettivi formativi integrati (ovvero tronco comune)

Obiettivi formativi di base

Obiettivi della formazione generale

Obiettivi formativi della tipologia della scuola:

- conoscenza approfondita dello sviluppo neuropsichico normale e patologico e delle variabili biologiche, familiari e sociali che possono condizionarlo;

- acquisizione delle conoscenze e competenze per l’inquadramento eziopatogenetico e diagnostico-nosografico dei disturbi neuro-psichiatrici dell’età evolutiva e delle basi metodologiche per i relativi interventi preventivi e clinici, diagnostici e terapeutici (farmacologici, psico- terapici, riabilitativi);

- conoscenza dei modelli per la prevenzione in età evolutiva dei disturbi neuro-psichiatrici;

- conoscenza di tutte le patologie neuro-psichiatriche del bambino e dell’adolescente, nella loro patomorfosi evolutiva, per fasce d’età da 0 a 18 anni;

- acquisizione delle conoscenze teoriche e tecniche per la valutazione neuropsicologica dei disturbi delle funzioni corticali superiori e dell’apprendimento nel bambino e nell’adolescente e per l’attuazione di interventi preventivi, diagnostici, terapeutici e riabilitativi, anche per l’integrazione sociale di minori disabili;

- acquisizione delle competenze per la presa in carico riabilitativa neurologica, neuropsicologica e psichiatrica in età evolutiva con formulazione e monitoraggio di programmi riabilitativi; conoscenze teoriche generali e competenze tecniche per i trattamenti psicoterapici in età evolutiva;

- acquisizione delle competenze tecniche e metodologiche indispensabili per affrontare e trattare le situazioni di crisi preadolescenziale e adolescenziale e di psichiatria di consultazione e collegamento in età evolutiva;

- conoscenze relative al rapporto medico-paziente-genitori e alle problematiche riguardanti il consenso informato in età evolutiva;

- acquisizione di competenze di psichiatria sociale dell’età evolutiva con conoscenza dei correlati sociali delle malattie mentali e delle relative metodiche riabilitative e risocializzanti in età evolutiva;

- conoscenza dei quadri neurofisiologici, neuropsicologici e di neuroimmagine delle patologie neuro-psichiatriche dell’infanzia e dell’adolescenza;

- acquisizione delle competenze per la presa in carico globale (soggetto, famiglia, scuola) del paziente con patologia neuro-psichiatrica in età evolutiva;

- acquisizione di competenze metodologiche per la ricerca clinica ed epide- miologica in neuro-psichiatria dell’età evolutiva, con particolare riguardo alla neuropsichiatria infantile preventiva e sociale.

Sono attività professionalizzanti obbligatorie per il raggiungimento delle finalità didattiche dellatipologia:

- aver seguito almeno 250 soggetti nelle diverse fasce dell’età evolutiva (0-18 anni) con patologie neuropsichiatriche, discutendo il percorso diagnostico-terapeutico con il personale della struttura clinica, con progressiva assunzione di autonomia decisionale;

- aver somministrato ed interpretato almeno 100 valutazioni neurocognitive/neuromotorie in diverse fasce dell’età evolutiva;

- aver discusso direttamente con personale esperto almeno 100 esami di neuroimmagini delle principali patologie neuro- psichiatriche dell’infanzia e dell’adolescenza;

- avere effettuato e/o discusso con personale esperto almeno 250 esami neurofisiologici (EEG, EMG, potenziali evocati) inerenti le principali patologie neuro-psichiatriche dell’età evolutiva, di cui almeno 1/3 a responsabilità diretta, con progressiva assunzione di autonomia professionale;

- aver eseguito almeno 50 esami neurologici di neonati, prematuri e lattanti, e almeno 50 osservazioni psicomotorie di soggetti da 0 a 3 anni;

- aver effettuato almeno 150 colloqui con genitori, su almeno 50 soggetti;

- aver partecipato alla formulazione di almeno 50 diagnosi funzionali di bambini con difficoltà scolastiche di origine neurologica, neuropsicologica o psicopatologica;

- aver preso in carico almeno 3 soggetti in psicoterapia con supervisione;

- aver seguito almeno 50 soggetti di diverse fasce d’età con programmi di riabilitazione neuro-psicomotoria, cognitiva e psichiatrica;

- aver partecipato alla conduzione, secondo le norme di buona pratica clinica, di almeno 3 studi clinici controllati, preferibilmente longitudinali.

Lo specializzando, nell'ambito del percorso formativo, dovrà apprendere le basi scientifiche della tipologia della Scuola al fine di raggiungere una piena maturità e competenza professionale che ricomprenda una adeguata capacità di inter- pretazione delle innovazioni scientifiche ed un sapere critico che gli consenta di gestire in modo consapevole sia l’assistenza che il proprio aggiornamento; in questo ambito potranno essere previste partecipazione a meeting, a con- gressi e alla produzione di pubblicazioni scientifiche e periodi di frequenza in qualificate istituzioni italiane ed estere utili alla sua formazione.

Sbocchi professionali: 

- Servizio Sanitario Nazionale

- Università

- Ricerca

- Libera professione

Altre informazioni: 

Le attività formative della Scuola si svolgono presso l'ASST-Spedali Civili di Brescia (sede della Scuola) e nella rete che comprende l'Ospedale di Cremona.

ORDINAMENTO D.I. 68/2015