Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Call "Hub Ricerca e Innovazione" di Regione Lombardia: premiati entrambi i progetti presentati da UniBs

78 candidature, 33 progetti vincitori, 70 milioni di euro di finanziamento e un incremento di ulteriori 44.500.000,00 euro. Sono i numeri del bando Call "Hub Ricerca e Innovazione" di Regione Lombardia che premia entrambi i progetti presentati dall’Università degli Studi di Brescia: Infrastrutture e servizi per la Mobilità Sostenibile e Resiliente - MoSoRe (UniBs capofila, referente scientifico: prof. Giovanni Plizzari, Dipartimento Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e Matematica) e BIOMetAno per una Società Sostenibile: sviluppo di un Laboratorio Italiano di Circular Economy dal biometano - BIOMASS HUB (UniBs partner, referente scientifico per Unibs: prof.ssa Marialuisa Volta, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale).

I due progetti di ricerca dell’Università degli Studi di Brescia, finanziati con un contributo totale di circa un milione e 400 mila euro, sono risultati vincitori perché ritenuti di particolare valore aggiunto e rilevanza in termini di potenziamento della capacità competitiva e attrattiva del territorio. 

«Accogliamo con orgoglio questo straordinario risultato. – dichiara il Rettore, prof. Maurizio Tira – Un grande successo per l’Università degli Studi di Brescia, nel segno dell’innovazione aperta e del confronto collaborativo tra università, centri di ricerca, imprese e amministrazioni pubbliche». 

«Gli esiti della Call "Hub Ricerca e Innovazione" di Regione Lombardia– commenta la prof.ssa Marina Pizzi, Delegata del Rettore alla Ricerca - confermano il valore multidisciplinare della ricerca del nostro Ateneo e il ruolo chiave che esso può rivestire per lo sviluppo della capacità innovativa del territorio lombardo e del trasferimento tecnologico e delle conoscenze».

 

I progetti vincitori

 

  • Infrastrutture e servizi per la Mobilità Sostenibile e Resiliente - MoSoRe (UniBs capofila, referente scientifico: prof. Giovanni Plizzari; coinvolti i Dipartimenti di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e Matematica; Economia e Management; Ingegneria dell'Informazione; Scienze Cliniche e Sperimentali)

Il progetto si propone di realizzare un nuovo tipo di mobilità resiliente in grado di aumentare la resilienza delle infrastrutture. Per le Infrastrutture di trasporto, l’obiettivo è fornire al gestore (Provincia, società autostrade ...) informazioni e servizi inerenti la manutenzione e gli interventi necessari alla sicurezza delle infrastrutture. Per le infrastrutture per la mobilità elettrica, che spazia dalle auto, agli scooter, alle e-bike, alle carrozzelle per disabili, fino ai droni, l’obiettivo è sviluppare infrastrutture di ricarica collaborative per l’utente e per il gestore dell’energia elettrica, basate sul principio della sostenibilità, dell’efficienza energetica e dell’ottimizzazione delle risorse. Per le infrastrutture ICT, il progetto punta a creare nuovi servizi per la gestione delle emergenze: un drone per il trasporto di farmaci in condizioni di emergenza, una piattaforma di individuazione e monitoraggio del traffico e di situazioni di emergenza e una piattaforma di supporto all’utente per la determinazione del percorso, sulla base del traffico, della disponibilità di piste ciclabili, del valore artistico del percorso, degli obiettivi di fitness o di riabilitazione, e di altri servizi informativi.

Partner industriali: FASTERNET SOLUZIONI DI NETWORKING S.R.L., INGENERA S.R.L., GENEGIS GI S.R.L., IMBAL CARTON S.R.L., STMICROELECTRONICS S.R.L., ENEA, ITALCEMENTI

 

  • BIOMetAno per una Società Sostenibile: sviluppo di un Laboratorio Italiano di Circular Economy dal biometano - BIOMASS HUB (capofila Agromatrici, Unibs partner, referente scientifico: prof.ssa Luisa Volta, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale; coinvolti inoltre i Dipartimenti di Giurisprudenza, Medicina molecolare e traslazionale, Specialità medico-chirurgiche, scienze radiologiche e sanità pubblica)

Il progetto propone la creazione di un Hub Tecnologico Integrato, le cui attività sono organizzate in 4 aree: la progettazione e realizzazione di processi, prototipi e impianti industriali altamente evoluti e competitivi per la valorizzazione dei rifiuti a matrice organica attraverso la produzione di biocombustibili e di energia a basse emissioni, il recupero di sostanze chimiche e nutrienti, la produzione di fertilizzanti rinnovabili, biomolecole e biomassa fungina di interesse agricolo e industriale,il monitoraggio e la valutazione di impatto ambientale e sanitario di impianti e scenari energetici regionali che prevedano diversi livelli di produzione e uso di biocombustibili (produzione energetica, mobilità, immissione in rete),il supporto alla policy energetica della Regione Lombardia. Le attività di progetto sono finalizzate a promuovere processi di economia circolare dei rifiuti a matrice organica, accelerare la transizione energetica lombarda verso le energie rinnovabili e la mobilità sostenibile, sostenere il processo di decarbonizzazione. 

Partner industriali: AB IMPIANTI, ACQUASOLE, CREA, AMGA LEGNANO, NASYS.

 

Alle attività dei due progetti parteciperanno i team dei laboratori dipartimentali e interdipartimentali AGRO-FOOD LAB, Big & Open Data Innovation Laboratory, B+LabNet: laboratorio per l'Ambiente, la Salute e la Sostenibilità,eLUX - Energy Laboratory as University eXpo, Laboratorio di Prototipazione Avanzata, Pisa, CHEM4TECH, PiMiAA, Sensor Laboratory, Laboratorio di macchine a fluido e sistemi per l'energia

 

Mercoledì, 9 Ottobre, 2019