Portale di Ateneo - Unibs.it

Olimpiadi delle Neuroscienze. Proclamati i tre campioni regionali

Sul podio Anna Giulia Motisi del "Liceo G. Carli" di Brescia, Damiano Carrara e Simona Signori del "Liceo E. Amaldi" di Alzano Lombardo (Bergamo) 

Si è svolta sabato, presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia, la fase regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze, l'iniziativa promossa dalla Società Italiana di Neuroscienze, coordinata, per la Regione Lombardia, dal gruppo di neurofarmacologia dell'Ateneo bresciano e realizzata, sin dalla prima edizione del 2010, con il contributo della Fondazione Camillo Golgi e del punto vendita Trony Brescia del Centro Commerciale Campogrande.

Alla competizione, inserita nell'ambito della "Settimana del Cervello", hanno preso parte circa 150 ragazzi provenienti dalle scuole secondarie di II grado della Lombardia. Maxi cruciverba, prove individuali con domande a scelta multipla, quiz di neuroscienze per dimostrare di avere il “miglior cervello”. I ragazzi hanno inoltre partecipato, con grande interesse, alla lezione "Allenare la mente: prevenzione o terapia? Prospettive in psichiatria" a cura del prof. Antonio Vita, Ordinario di Psichiatria dell'Università degli Studi di Brescia.

Il passo successivo, che incoronerà il campione italiano, sarà la selezione nazionale del 6 maggio a Catania presso l’Istituto di Scienze Neurologiche del CNR. Ma il brivido finale arriverà per il campione all’International Brain Bee che quest’anno si svolgerà a Washington DC, USA, dal 3 al 6 agosto, nell’ambito della American Psychological Association’s Convention. In palio, il titolo di campione mondiale per le neuroscienze, attraverso un confronto “testa a testa” con coetanei cervelloni provenienti da paesi di tutto il mondo. 

 

Nella foto: da sinistra, prof. Maurizio Memo (Università degli Studi di Brescia), Damiano Carrara ("Liceo E. Amaldi" di Alzano Lombardo - Bergamo), Simona Signori ("Liceo E. Amaldi" di Alzano Lombardo - Bergamo), prof.ssa Marina Pizzi (Delegata del Rettore alla ricerca - Università degli Studi di Brescia), Anna Giulia Motisi ("Liceo G. Carli" di Brescia), dott.ssa Grazia Beccaria Rampinelli (vice presidente Fondazione Camillo Golgi)

 

Lunedì, 20 Marzo, 2017