Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Progetto Elisir | 800mila euro dalla Regione Lombardia per la Rigenerazione Urbana nell’ambito della Digitalizzazione dell’Ambiente Costruito

 
Brescia – 16 aprile 2018 - Rigenerazione urbana, riqualificazione edilizia e digitalizzazione. Sono le parole chiave del progetto di ricerca Elisir - Energy, Life Styled & Seismic Innovation for Regenerated Buildings (www.smartliving-elisir.it) che si propone di sviluppare, sulla base dell’analisi di Big Data, un innovazione di processo e di prodotti applicando modelli di intervento sul patrimonio edilizio esistente nell’ottica del miglioramento sismico e dell’efficienza energetica.
 

Capofila, il Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica dell’Università degli Studi di Brescia insieme al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e in collaborazione con Ente Sistema Edilizia Brescia (Eseb). 

Sono partner del progetto Università degli Studi di Brescia, Politecnico di Milano, Schneider Electric, Valsir, Harley & Dikkinson Finance, Gexcel, Assini Costruzioni, Deldossi, Delta Phoenix e Italserramenti.

Il progetto ha ottenuto, nell’ambito di un bando di Regione Lombardia, un finanziamento di quasi 800 mila euro su un impegno economico complessivo di 1,8 milioni di euro. 

Sono intervenuti, questa mattina, nel Salone Apollo del Rettorato, il prof. Maurizio Tira, Rettore; il prof. Giovanni Plizzari, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica e responsabile scientifico del progetto Elisir; Giovanni Metelli, referente operativo del progetto Elisir per la parte strutturale e il Vicepresidente di Ente Sistema Edilizia Brescia (Eseb), Ibrahima Niane.

“La rigenerazione urbana sta offrendo grandi opportunità agli operatori nel settore dell’edilizia per la necessità di migliorare la resistenza sismica e l’efficienza energetica dei moltissimi edifici costruiti prima dell’emanazione delle specifiche norme tecniche di settore – dichiara il prof. Plizzari –. Tali edifici non offrono oggi livelli prestazionali adeguati alle esigenze di un’utenza che non vuole sprecare energia e vuole vivere in sicurezza all’interno della propria costruzione. L’unione delle università e delle imprese qualificate che operano nel settore rappresenta la ricetta ideale per affrontare il tema mettendo a disposizione le migliori tecnologie attualmente disponibili sul mercato”.

 

“Il progetto Elisir si pone come prima esperienza di integrazione tra accademia e aziende per la costruzione di un progetto industriale per la futura filiera edile 4.0 – spiega il vice Vicepresidente Ente Sistema Edilizia Brescia (Eseb), Ibrahima Niane –. La costruzione di modelli applicabili all’edilizia del presente e del futuro è di assoluto interesse per le crescita e il riposizionamento di un settore industriale come quello edile, che deve ritornare a competere su logiche di innovazione, sia di processo che di prodotto, ed abbandonare le vecchie logiche sul minore costo della manodopera che tanti danni hanno provocato in questi ultimi anni. La fattiva collaborazione tra Università, Grandi Imprese e PMI deve essere un modello di innovazione e creazione di valore lungo la filiera industriale che ci proponiamo di sviluppare e rafforzare per il futuro del nostro settore”.

Lunedì, 16 Aprile, 2018