Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Ciclo di incontri "Una lezione al cinema"

L’Università di Brescia, la Fondazione Brescia Musei con il cinema Nuovo Eden hanno siglato una convenzione per l’organizzazione di un ciclo di incontri, seminari e proiezioni che si inseriscono nel progetto “Una lezione al cinema”, rivolto in modo particolare agli studenti universitari.
La Convenzione conferma una collaborazione avviata già da molti anni tra l’Università e Brescia Musei - Cinema Nuovo Eden, volta alla sperimentazione di metodologie didattiche innovative, con l’impiego di strumenti multimediali e l’approccio multidisciplinare. I referenti per l’attuazione della Convenzione per l’Università di Brescia sono la professoressa Cristina Alessi e il professor Sergio Vergalli.

L’iniziativa “Una lezione al cinema” prevede lo svolgimento di seminari di approfondimento, destinati anzitutto agli studenti ma aperte al personale docente e tecnico amministrativo dell’Ateneo e al pubblico, che comprendono la proiezione di film e la successiva discussione, con la presenza di docenti dell’Ateneo e esperti di cinema.

Apre la rassegna il film Il primo re, di Matteo Rovere in programma proprio il 10 ottobre alle ore 12, che riporta alle origini del mito fondativo di Roma. La storia di due fratelli, che, soli, nell'uno la forza dell'altro, in un mondo antico e ostile sfideranno il volere implacabile degli Dei. Un legame fortissimo, destinato a diventare leggenda. Un film in cui i dialoghi sono recitati in protolatino – una lingua ricostruito con innesti dall’indoeuropeo grazie alla consulenza di semiologi, linguisti, antropologi e archeologi - e la volontà è quella di tornare alle viscere di un conflitto, tremendamente umano e ancora oggi attuale, quello tra il libero arbitrio e la sottomissione al volere del destino. Il film sarà commentato in sala dal prof. Antonio Saccoccio, docente di Diritto Romano dell’Università di Brescia, che terrà un seminario sul tema “Fas et ius ab urbe condita”.

  • Il 29 ottobre, alle ore 14.30 il film in programma sarà Le nostre battaglie, di Guillaume Senez, un film ambientato nella Francia delle dure e frequenti battaglie sindacali, che scava dentro il quotidiano del protagonista, operaio in un grande centro di spedizioni, stile Amazon, e gioca sul rapporto interdipendente tra pubblico e privato, tra le battaglie che combattiamo per noi e quelle che combattiamo o vorremmo combattere per la collettività. Il film sarà accompagnato in sala da un seminario dal titolo “Lavoro, non lavoro e vita privata: le relazioni pericolose” a cura della prof.ssa Cristina Alessi, docente di Diritto del Lavoro dell’Università di Brescia.

 

  • Il 5 novembre alle ore 18. Il prof. Sergio Benini, docente di Telecomunicazioni e il prof. András Kovács Bálint, fondatore del Dipartimento di Film Studies nella ELTE University di Budapest terranno un seminario dedicato alla filmografia di Michelangelo Antonioni, dal titolo “How to recognize unconscious stylistic patterns? Case study of Antonioni’s cinema” / “Come riconoscere modelli stilistici inconsci? Un caso di studio: il cinema di Antonioni”. In sala verrà condotta un’analisi tecnica delle opere del grande regista (l’incontro si terrà in parte in inglese). Al termine del seminario verrà proiettato il film di Michelangelo Antonioni Zabrinskie Point, un film in cui caos e Caso sono una coppia perfetta nell’America del regista in cui i giovani ribelli sono attorniati da scritte pubblicitarie ormai divenute arte ed il deserto diventa luogo di comunione in una delle sequenze più giustamente celebrate del film. Locandina evento

 

  • Il 26 novembre alle ore 17 in programma il film Margin Call, di J. C. Chandor, storia scritta benissimo, che è valsa al regista la candidatura all’Oscar come miglior sceneggiatura, un film confezionato come un thriller e che racconta le ultime 24 ore di una banca di investimenti nella crisi del 2008. In sala il professor Francesco Menoncin, docente di Scienze economiche e statistiche, accompagnerà la visione con un seminario dal titolo “Mercati finanziari: dalla crisi del 2008 alle nuove incognite del 2020”.

 

  • La rassegna si chiuderà il 3 dicembre alle ore 16.30 con il film Una scomoda verità di Bonni Cohen e Jon Shenk, il seguito, a dieci anni dal primo, del provocatorio lavoro che vede protagonista ancora una volta l’ex Vice Presidente USA Al Gore impegnato sul fronte del cambiamento climatico e delle gravi conseguenze che ne derivano. Un film necessario in un momento così instabile per la salvaguardia climatica, che sarà accompagnato in sala da un approfondimento a cura del professor Carmine Trecroci, docente di Economia Politica dal titolo “La dimensione economica di surriscaldamento globale e inquinamento: cause e possibili soluzioni”.

//

INFORMAZIONI

Biglietti: 5,00 euro intero, 4,00 euro tariffa studenti, gratuito per studenti e dipendenti dell'Università degli Studi di Brescia

www.nuovoeden.itinfo@nuovoeden.it

 

Martedì, 29 Ottobre, 2019