Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Seminario - Ambiente, genomica ed epigenomica

Nell'ambito delle attività di B+LabNet - Laboratorio per l'Ambiente, la Salute e la Sostenibilità, martedì 12 dicembre 2017 alle 09:00 nell'aula A2 dell'Edificio Polifunzionale di Medicina in viale Europa 11 si terrà il seminario dal titolo: "Ambiente, genomica ed epigenomica" con il prof. Paolo Vineis, Direttore del Dipartimento di Epidemiologia Ambientale, Imperial College, Londra.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili; ai soli fini organizzativi si chiede di segnalare la partecipazione scrivendo entro giovedì 7 dicembre 2017 a carlotta.alias@unibs.it

 

Il prof. Vineis presenterà un programma di ricerca incentrato sull’integrazione di dati ambientali (esposizioni, stili di vita, malattie e fenotipi intermedi) e dati genomici ed epigenomici raccolti in grandi studi prospettici. Il programma ha tre obiettivi principali: (a) sviluppare e applicare in popolazioni umane nuove tecniche di laboratorio per l’identificazione delle “impronte digitali” (fingerprints) lasciate sulle molecole (RNA, DNA, proteine) dalle esposizioni ambientali; (b) identificare nuovi marcatori nel sangue e in altri fluidi corporei che consentano la diagnosi precoce delle malattie e dunque una terapia più efficace; (c) sviluppare e applicare tecnologie innovative per la misurazione delle esposizioni ambientali, come nel progetto “Exposomics” finanziato dalla Commissione Europea (FP7). Inoltre presenterà il progetto “Lifepath” (Horizon 2020), che prevede lo studio di indicatori molecolari di invecchiamento in relazione allo stato socio–economico, in diversi paesi europei. L'obiettivo generale è di indagare i determinanti dei divergenti percorsi di invecchiamento tra individui appartenenti a differenti gruppi socio-economici. Il disegno di studio integra l’approccio delle scienze sociali con la biologia (compresa l’epidemiologia molecolare), utilizzando coorti di popolazione esistenti e analisi “omics” (in particolare epigenomica e metabolomica). Per raggiungere questi obiettivi il progetto utilizza i dati provenienti da tre categorie di studi: 1. studi europei o nazionali in combinazione con i dati di Registri di popolazione; 2. coorti con fenotipizzazione intensiva e campioni biologici ripetuti (popolazione totale> 33.000); 3. grandi coorti con campioni biologici non ripetuti (popolazione totale> 202.000). Le coorti forniscono informazioni sull’invecchiamento e le condizioni di salute (multi-morbidità) nelle varie fasi della vita, sulla base del paradigma della life-course epidemiology ("build-up e declino"). In 19 coorti europee saranno analizzati dati di metilazione del DNA, marcatori di infiammazione e analisi metabolomiche (fino a 35.000 soggetti).

Martedì, 12 Dicembre, 2017