Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Visita guidata ai campi di concentramento italiani di Trieste e Fossoli

Responsabilità e consapevolezze | Visita guidata ai campi di concentramento italiani
In occasione del Giorno della Memoria, l'Università degli Studi di Brescia propone una visita guidata venerdi 31 gennaio 2020 ai due principali campi di concentramento non temporanei che furono aperti dai nazisti in Italia: uno a Trieste, l'altro in Emilia.
 

  • CAMPO RISIERA DI SAN SABBA

La Repubblica fascista di Salò, nel settembre 1943, cedette ai nazisti alcuni territori di frontiera fra cui Trieste, Fiume ed Udine. Proprio a Trieste i tedeschi decisero di istituire un campo di concentramento. Fu scelto un vecchio edificio un tempo adibito alla pilatura del riso. Il vecchio essiccatoio era stato adattato dai tedeschi a locale per le eliminazioni dei prigionieri mediante gas di scarico di autofurgoni ed autocarri. All'interno la SS Lambert aveva fatto costruire il forno crematorio con la canna fumaria collegata alla precedente ciminiera. Il campo era adibito al transito di prigionieri per Buchenwald, Dachau, Auschwitz, ma sul posto furono trucidati più di 5000 internati dall'Einsatzkommando Reihnard, che già aveva operato nei campi polacchi. La Risiera fu liberata dai partigiani jugoslavi il 29 Aprile del 1945 quando già i nazisti avevano fatto saltare l'edificio del forno crematorio per distruggere le prove di quanto era stato fatto. I due responsabili del campo sono stati processati e condannati dal tribunale della Repubblica Italiana.
 

  • CAMPO DI FOSSOLI

Costituito nel 1943 in Provincia di Modena, vicino a Carpi, nei pressi della linea ferroviaria che conduce a Verona ed al Brennero, è stato utilizzato come punto di raccolta delle persone che dovevano poi essere inviate ai campi di concentramento tedeschi ed austriaci. Di forma rettangolare, approssimativamente di un chilometro per due, era formato da numerose baracche, recintate da un duplice filo spinato, da fili elettrici ad alta tensione e con torrette munite di riflettori. Il comando del campo era effettuato dal tenente Harl Titho e dal sergente maggiore Hans Haage. Da qui partirono numerosi convogli di ebrei italiani, tra cui Primo Levi che fu prigioniero a Fossoli per alcuni mesi prima di essere deportato ad Auschwitz, Il campo fu smobilitato nell’Agosto 1944 e gli internati trasferiti a Bolzano.
 

//

PROGRAMMA DI VIAGGIO

Ore 05.15 – Ritrovo dei partecipanti e partenza in bus GT per la Risiera di San Sabba – Trieste. Sosta lungo il percorso
Ore 10.00 – Ingresso prenotato per la visita guidata alla Risiera (durata circa 1 ora)
Ore 11.15 – Ripartenza da Trieste in bus per Fossoli. Sosta in autogrill per il pranzo
Ore 16.15 – Ingresso prenotato per la visita guidata al Campo di Fossoli (durata circa 1 ora e 15 minuti)
Ore 17.30 – Termine visita e Ripartenza in bus GT da Fossoli per Brescia
Ore 19.30 – Arrivo a Brescia

 

ISCRIZIONI

Le iscrizioni sono accettate fino ad esaurimento posti disponibili.

Per iscriversi all'evento cliccare qui

La partecipazione alla visita guidata è riservata a tutto il personale e studenti dell’Università.
I costi relativi a: viaggio in bus GT, ingressi con visita guidata, assicurazione sanitaria per viaggi di 1 giorno sono a carico dell'Università. Il trasferimento da e verso il luogo di partenza del bus e il pranzo (in autogrill) sono a carico del partecipante.

Venerdì, 31 Gennaio, 2020