Petizione per equiparare i premi degli atleti olimpici e paralimpici

Data news
paraolimpiadi

L’Università degli Studi di Brescia, su proposta del prof. Alberto Arenghi, Delegato del Rettore per le Disabilità, sostiene la petizione “Equiparare ora i premi delle medaglie paralimpiche alle medaglie olimpiche di Tokyo 2020” promossa da Assist Associazione Nazionale Atlete attraverso la piattaforma change.org.

I premi in denaro previsti per gli atleti che hanno conquistato una medaglia nei giochi di Tokyo di quest'anno, infatti, differiscono a  seconda che il successo sia stato conseguito alle Olimpiadi o alle Paralimpiadi (in particolare: la medaglia d'oro alle Olimpiadi corrisponde ad un premio di 180 mila euro, alla Paralimpiadi 75 mila euro; la medaglia d'argento alle Olimpiadi 90 mila contro i 40 mila delle Paralimpiadi; quella olimpica di bronzo 60 mila contro i 25 mila di quella paralimpica).

L'obiettivo della campagna è quello di tutelare e rappresentare i diritti collettivi degli atleti di tutte le discipline sportive, eliminando ogni forma di barriera sociale, verso una civiltà inclusiva contro le discriminazioni. 

Firma anche tu la petizione

Ultimo aggiornamento il: 22/09/2021