COVID-19

Coronavirus

A seguito del Decreto Legge n. 221 del 24 dicembre 2021, che ha prorogato lo stato d'emergenza fino al 31 marzo 2022 e del Decreto Legge 5 gennaio 2022, che ha introdotto nuove disposizioni relativamente all'obbligo vaccinale e alla certificazione verde, nonché della circolare del Ministero relativa allo svolgimento dell'attività didattica, è stato emanato il Decreto Rettorale n. 12 del 8 gennaio 2022 - Rettifica modalità di svolgimento dell’attività didattica a decorrere dal 10 gennaio 2022.

SOSTIENI LA RICERCA

Protocollo UniBs per il contenimento

Green Pass

ACCESSO ALLE SEDI UNIVERSITARIE

Per ogni complesso didattico, sono stati valutati i flussi di entrata ed uscita. L’accesso a ciascuna sede è consentito su base giornaliera a chi è in possesso di certificazione verde COVID- 19 e in assenza di sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre maggiore di 37,5°C, tosse, disturbi dell’olfatto e del gusto).

Per le studentesse e gli studenti è inoltre richiesta una prenotazione per una o più lezioni presso la sede o per l’utilizzo di un’aula studio previa rilevazione della temperatura. Le prenotazioni e il green pass, unitamente al documento di identità, devono essere esibite a richiesta del personale di servizio e/o docente.

L’accesso alle sedi universitarie per motivi diversi, per i quali non è attiva la prenotazione, è consentito previa consegna dell’autocertificazione (in modalità cartacea o elettronica) relativa allo stato di salute e del green pass.

L’accesso agli spazi universitari per partecipare ad eventi, proiezioni cinematografiche, convegni, mostre o a qualsiasi altra iniziativa aperta al pubblico, sia al chiuso che all’aperto, è subordinato al possesso del green pass “rafforzato”, ottenibile solo a fronte di vaccinazione o di guarigione dalla malattia e all’utilizzo di dispositive di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 (UNI EN 149:2009). Non sono ammesse mascherine con valvola di espirazione. In tutti gli spazi universitari, sia all’interno che all’esterno degli edifici, è fortemente raccomandato l’utilizzo di mascherine FFP2 (UNI-EN 149:2009).

LEZIONI

Il docente è fisicamente presente in aula. Gli studenti seguono le lezioni prioritariamente in presenza. Tenuto conto della diffusione dei contagi e delle difficoltà di tracciamento degli stessi, le lezioni saranno comunque sempre anche trasmesse a distanza in modalità sincrona, garantendo il rispetto delle specifiche esigenze formative degli studenti con disabilità e degli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento”.

ESAMI DI PROFITTO

Esami scritti

Gli esami di profitto in forma scritta si svolgono prioritariamente in presenza, nel rispetto dei distanziamenti, della capienza delle aule e del relativo protocollo di sicurezza COVID-19 in vigore.

Eventuali eccezioni motivate (per esempio, nel caso in cui la numerosità del contingente superi il 50% della capienza della o delle aule disponibili, o nel caso in cui la maggioranza degli iscritti ricada nelle condizioni ostative di cui al presente paragrafo), devono essere autorizzate dal Direttore del Dipartimento di afferenza del corso, dietro richiesta del Presidente della Commissione d’esame.

Esami orali

Gli esami di profitto in forma orale si svolgono prioritariamente a distanza. Nel caso in cui il numero di iscritti sia inferiore al 50% della capienza dell’aula disponibile, ad insindacabile giudizio del Presidente della Commissione d’esame, la prova può svolgersi in presenza, salvaguardando il diritto di sostenerla a distanza per coloro i quali ricadano nelle condizioni ostative di cui più oltre nel presente paragrafo.

Gli esami di profitto, in forma scritta o orale, si svolgono comunque a distanza per i soggetti ricadenti nei seguenti casi ostativi, condizioni che dovranno essere autocertificate:

- studenti e studentesse in condizione di isolamento a causa di positività verso SARS-CoV-2;

- studenti e studentesse in quarantena;

- studenti e studentesse in auto sorveglianza;

- studenti e studentesse internazionali che non possono spostarsi dal Paese d’origine per motivi sanitari;

- studenti e studentesse impossibilitati a partecipare in presenza a causa di esenzione dalla vaccinazione anti Covid-19, opportunamente certificata come da Circolare del Ministero della Salute del 4 agosto 2021;

- studenti e studentesse in condizioni di impedimento a raggiungere la sede universitaria in ragione della residenza in zone dalle quali non sono autorizzati spostamenti o non sono garantiti i collegamenti con mezzi pubblici;

ed inoltre:

- studenti e studentesse fragili con rischio sanitario, documentato non da autocertificazione, ma da certificato medico.

Non si esclude la possibilità di consentire l’utilizzo di PC personali per lo svolgimento delle prove in sede.

Nel caso di esami con elevata numerosità di iscritti, le Commissioni prevedono modalità di accesso agli edifici contingentate, al fine di ridurre al minimo il rischio di assembramenti negli spazi comuni che conducano alla sede di svolgimento degli esami stessi. Lo svolgimento dell’esame da remoto è consentito anche non in contemporanea rispetto alle prove in presenza. In questo caso, la deroga è responsabilità del Presidente della singola Commissione d’esame”.

 

Il modulo di richiesta di deroga al sostenimento degli esami scritti in presenza è da inviare a mezzo email direttamente al Presidente della commissione d'esame e anche, per conoscenza, ai servizi didattici dell'area di competenza rilevando l'indirizzo email dall'elenco seguente:

servizi.didattici.economia@unibs.it
servizididattici.digi@unibs.it
didattica-areascient-med@unibs.it
didattica-ciclounico-med@unibs.it  
didattica-professionisanitarie@unibs.it 
didattica-dicatam-dii-dimi@unibs.it

ESAMI DI LAUREA, ESAMI FINALI SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE E DOTTORATO

Le sedute di laurea – triennali, magistrali, magistrali a ciclo unico - nonché gli esami finali delle scuole di specializzazione e di dottorato di ricerca si svolgono in presenza nel rispetto dei distanziamenti e della capienza delle aule oltre che nel rispetto del Protocollo di sicurezza Covid approvato dall’Ateneo.

L’accesso di parenti ed amici è ammesso nei limiti del protocollo di prevenzione COVID-19 dell’Università degli Studi di Brescia. Per consentire di sostenere l’esame finale di laurea a studenti che non possono presentarsi di persona per motivi legati all’emergenza covid, è consentito lo svolgimento delle prove a distanza, in contemporanea rispetto alle prove in presenza. In questo caso, la deroga è responsabilità della singola commissione di laurea.
 

Gli studenti con disabilità possono chiedere, motivando la richiesta attraverso l’Ufficio Inclusione e Partecipazione, di svolgere gli esami di laurea a distanza in video collegamento.

ESAMI DI AMMISSIONE AI CORSI DI STUDIO

Proseguono in modalità a distanza i test gestiti dal Consorzio CISIA tramite la piattaforma TOLC @CASA. Per gli studenti che segnalano difficoltà a sostenere il test in modalità telematica, è prevista la possibilità di svolgere la prova in aula.

Tutte le altre prove di ammissione sono previste in presenza.

LABORATORI

I laboratori didattici obbligatori sono organizzati nel limite del possibile in presenza nel rispetto delle indicazioni volte a ridurre al minimo il rischio di contagio.
Le attività in presenza devono svolgersi nel rispetto di tutte le condizioni di sicurezza e di distanziamento sociale previste dal Protocollo di sicurezza Covid approvato dall’Ateneo.

TIROCINI CURRICULARI ED EXTRACURRICULARI

I tirocini si svolgono ordinariamente in presenza, a condizione che i soggetti ospitanti assicurino l’applicazione dei protocolli di sicurezza e di igiene previsti dalla normativa vigente per il settore, l’attività e il luogo di lavoro dove è esercitata l’esperienza formativa di tirocinio o stage.

TIROCINI DEI CORSI DI STUDIO DI AREA MEDICA, ODONTOIATRICA, SANITARIA E FARMACEUTICA

I tirocini si svolgono ordinariamente in presenza a condizione che sia possibile garantire il rispetto delle prescrizioni sanitarie e di sicurezza vigenti. Laddove la frequenza degli studenti nei reparti non sia possibile, ciascun Consiglio di Corso di Studio individua modalità alternative nel rispetto degli obiettivi formativi (ad es.: discussione di casi clinici, tirocini a distanza, rimodulazione del percorso formativo o, se non altrimenti possibile, rinvio del tirocinio con successivo recupero).

Per quanto riguarda i tirocini di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e assimilati, l’Ateneo individua le modalità più opportune di espletamento delle attività di tirocinio finalizzate al conseguimento dell’abilitazione, anche con modalità a distanza, purché venga garantito il rispetto degli obiettivi, delle finalità del tirocinio e delle disposizioni in merito alla certificazione della frequenza.

ATTIVITÀ PER MEDICI IN FORMAZIONE SPECIALISTICA

I corsi per i medici in formazione specialistica si svolgono ordinariamente in presenza, nel rispetto delle specifiche precauzioni previste dalle Aziende ospitanti e delle direttive dei Direttori delle singole scuole.

In particolare:

  • la didattica si svolge in presenza, garantendo l’erogazione anche attraverso la teledidattica (così come identificata per gli studenti dei corsi di studio) per coloro che per ragioni organizzative o di causa maggiore non possano essere presenti sul luogo di lavoro;
  • gli esami di passaggio e le prove finali si svolgono in presenza assicurando la possibilità di svolgimento dell’esame da remoto per gli studenti che si trovino nella condizione di non potersi spostare dal proprio luogo di residenza e/o domicilio.

DOTTORATO DI RICERCA, MASTER E CORSI

Le disposizioni relative alle modalità di svolgimento dell’attività didattica di cui al presente decreto si applicano anche alle attività didattiche dei corsi di dottorato di ricerca, master, corsi di perfezionamento/aggiornamento.

AULE STUDIO

L’accesso alle aule studio è consentito previa prenotazione e nel limite dei posti previsti, qualora non sia previsto il loro utilizzo per l'attività didattica. Il loro utilizzo avviene nel rispetto del “Protocollo sicurezza”.

RICEVIMENTO STUDENTI

Ciascun docente garantisce il ricevimento studenti in presenza, rispettando l’orario già determinato e pubblicato, assicurando l’applicazione del protocollo di prevenzione COVID-19 dell’Università degli Studi di Brescia. Il ricevimento degli studenti può eventualmente svolgersi anche a distanza, previo appuntamento con il docente.

RICEVIMENTO STUDENTI DA PARTE DEGLI UFFICI AMMINISTRATIVI

CALL CENTER

MOBILITA' INTERNAZIONALE

Mobilità incoming

È consentita la mobilità incoming ai fini di studio. E’ garantita la fruibilità di ogni contenuto formativo anche da remoto, in modalità a distanza. La partecipazione degli studenti incoming in mobilità per studio alle attività laboratoriali e/o ai tirocini, che richiedono lo svolgimento dell'attività in presenza, e la mobilità incoming per tirocinio (Erasmus Traineeship incoming) seguono le regole definite per gli studenti iscritti presso l’Università degli Studi di Brescia.
Agli studenti incoming verranno comunicate le norme vigenti al momento del loro arrivo a Brescia relativamente ai comportamenti da adottare per prevenire il contagio (evitare assembramenti, uso obbligatorio o meno di mascherine, distanziamento ecc.).

Mobilità outgoing

Sono consentite le attività di mobilità internazionale degli studenti in uscita per motivi di studio, tirocinio e tesi all’estero, a condizione che:

  • le norme in vigore in Italia e nel Paese di destinazione, le disposizioni del Governo italiano, della Commissione Europea, dell'Agenzia Nazionale Erasmus Plus+ (INDIRE), del MUR e del MAECI, legate alle condizioni sanitarie, consentano la mobilità verso e dai Paesi di destinazione;
  • in base alle norme in vigore in Italia e nel Paese di destinazione, alle disposizioni del Governo italiano, della Commissione Europea, dell'Agenzia Nazionale Erasmus Plus+ (INDIRE), del MUR e del MAECI, legate alle condizioni sanitarie, non esistano condizioni ostative note alla permanenza in condizioni di sicurezza nel Paese di destinazione;
  • vi sia la volontà formalmente espressa e documentata da parte dell’Ente ospitante di accettare e di consentire la regolare realizzazione della mobilità programmata secondo i propri protocolli di sicurezza.

In alternativa, qualora consentito dal programma di mobilità, è possibile la fruizione di ogni contenuto formativo in remoto, se messo a disposizione dall’università partner. Agli studenti in partenza spetta l’onere di informarsi sulle modalità di erogazione della didattica presso gli Enti ospitanti e sulle condizioni sanitarie delle località di destinazione e di assumersi gli eventuali rischi di contagio da Covid-19 durante lo svolgimento dell’attività all’estero sollevando l’Università degli Studi di Brescia da ogni responsabilità.

Il competente Settore garantisce tutto il supporto necessario per la riprogrammazione delle partenze e per la gestione delle situazioni particolari di studenti che dovessero rientrare in Italia concludendo anticipatamente la propria esperienza di mobilità.
Durante il periodo di mobilità all’estero, non è possibile sostenere esami presso l’Università degli Studi di Brescia ad eccezione degli studenti dei corsi di Dottorato di Ricerca.

BIBLIOTECHE

Sono attivi per tutti gli utenti i servizi di front office per il prestito librario ed è ammessa la consultazione, su prenotazione, predisponendo misure di distanziamento idonee atte ad evitare il rischio di prossimità e di aggregazione, nel rispetto del “Protocollo condiviso” e successive modifiche e integrazioni.

 

RESIDENZE UNIVERSITARIE

In considerazione dell'emergenza sanitaria in corso e la conseguente necessità di garantire la sicurezza degli ospiti, è previsto il solo utilizzo all’interno delle residenze universitarie di sole camere singole e doppie ad uso singolo. 

CONSULENZA PSICOLOGICA

ACCESSO AGLI EDIFICI UNIVERSITARI DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI PER EVENTI

VISITE DIDATTICHE

Le visite didattiche sono autorizzate purché nel rispetto delle condizioni di sicurezza.

150 ORE

È consentito lo svolgimento delle collaborazioni studentesche, nel rispetto delle condizioni di sicurezza stabilite dal “Protocollo di sicurezza” approvato dall’Ateneo, a condizione che tali attività non siano sostitutive – ai sensi di legge – di quelle che dovrebbero essere rese dal personale strutturato.
In caso di esigenze prioritarie legate all’emergenza sanitaria è possibile inoltre prevedere una diversa assegnazione delle collaborazioni studentesche rispetto a quella stabilita inizialmente.

RIUNIONI

Le riunioni, incluse quelle degli organi, si possono svolgere in presenza, a distanza o in modalità mista, ferme restando le prescrizioni riportate nel “Protocollo di sicurezza”, tra cui l'obbligo di indossare la mascherina, quello di mantenere la distanza interpersonale e la ventilazione dei locali.

SEMINARI ED EVENTI

Le manifestazioni in presenza in Ateneo, aperte al pubblico, siano esse convegni, giornate di studio, seminari, concerti e qualsiasi altra attività sono consentite nei limiti di capienza delle aule per garantire il distanziamento, con l’obbligo del tracciamento delle presenze e nel rigoroso rispetto del Protocollo di Ateneo in particolare per quanto riguarda l’obbligo di indossare la mascherina e la ventilazione dei locali. Le manifestazioni aperte solo agli studenti iscritti sono trattate come le lezioni, attraverso il sistema informatico di prenotazione dell’Ateneo.


Per tutte le attività sopra riportate è richiesta la certificazione verde covid-19. Qualora la situazione epidemiologica dovesse peggiorare, sarà disposta con Decreto Rettorale l’applicazione di condizioni più restrittive.

Protocollo per l'organizzazione di convegni ed eventi 

Ultimo aggiornamento il: 21/01/2022