Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Disegno e metodi per l'ingegneria industriale

Descrizione del Gruppo

Il gruppo di lavoro è attivo da più di venti anni nell'ambito del disegno di macchine operatrici speciali, per la ricerca scientifica e per il testing.

In tempi più recenti il gruppo ha sviluppato competenze nell'ambito della formazione di base per le norme ISO GPS (Geometrical Product Specifications) e ASME GD&T (Geometrical Dimensioning and Tolerancing). Infatti, in un tessuto industriale sempre più globalizzato, è diventata strategica la padronanza dei linguaggi tecnici in cui vengono espresse con rigore le geometrie dei prodotti. Linguaggi che nelle aziende italiane risultano però ancora poco applicati.

Le normative ISO GPS hanno subito inoltre, in questi ultimi anni, più di una revisione e necessitano quindi di una nuova diffusione presso il personale tecnico delle aziende. Parte di questa diffusione sta avvenendo attraverso l'immissione di ingegneri neolaureati: è sempre più frequente infatti la richiesta di competenze GPS/GD&T in occasione dei colloqui di lavoro. In altri casi il gruppo di lavoro è stato chiamato per interventi di aggiornamento ad hoc presso i soggetti che sempre più frequentemente individuano questa necessità.

Attività di ricerca

Metodi per l'innovazione della didattica nel Disegno tecnico

Le motivazioni per un'attività di ricerca sui metodi didattici sono molteplici: dovere istituzionale; riduzione dei costi di valutazione; conseguimento di sinergie tra insegnamento, ricerca e pubblicazioni; sviluppo di programmi educativi per allievi non universitari; consolidamento dei risultati dell'apprendimento.

Questo tema è stato affrontato dal Gruppo di Disegno Tecnico e Industriale per circa dodici anni. Nel corso del tempo, la nostra innovazione è stata suddivisa in quattro direzioni integrate: definizione dei prerequisiti, griglie di valutazione dei risultati attesi; metodi di valutazione autentici; strumenti didattici e di apprendimento.

Laboratorio Proof-of-Concept

La struttura nasce dall'evoluzione di un laboratorio modelli per il disegno industriale ed ora si occupa della progettazione, sviluppo ed implementazione di dispositivi sperimentali per la ricerca scientifica. L'obiettivo è quello di sostenere le prime fasi dei progetti di ricerca sperimentale del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale.

Il tratto distintivo del Laboratorio risiede nei suoi metodi di lavoro interdisciplinari, che hanno già permesso di ottenere risultati notevoli in campi scientifici molto diversi tra loro.

Tra gli esempi più interessanti vi sono i seguenti:

  • Costruzione di uno strumento che sfrutta le proprietà dei raggi cosmici ai fini di misurare i cedimenti degli edifici storici; sviluppato in collaborazione con il gruppo di Fisica Sperimentale;
  • Progettazione e produzione di dispositivi per la valutazione qualitativa del processo di essiccazione dei fanghi generati dall' inertizzazione delle ceneri volatili degli inceneritori di rifiuti; effettuata con il gruppo di Chimica per le Tecnologie;
  • Sviluppo di uno strumento interattivo di autoapprendimento del rapporto che intercorre tra le lavorazioni meccaniche e le quote dei disegni tecnici; sviluppato in collaborazione con il gruppo di Disegno Tecnico e Industriale.

Macchine operatrici speciali

Sono stati svolti numerosi progetti di ricerca e tesi di laurea inerenti lo sviluppo di soluzioni per il miglioramento delle prestazioni di lavoro delle macchine operatrici, del comfort dell’operatore, del packaging del veicolo e della trasmissione. Particolare attenzione è stata dedicata alle attività di innovazione prodotto in collaborazione con R&D aziendali.

Partecipazione alle attività del Brixia Accessibility Lab (BrAL)

In collaborazione con i membri del BrAl sono stati sviluppati progetti di ricerca riguardanti la progettazione di ausili tecnici per persone disabili. A titolo di esempio si citano la realizzazione di ortesi della mano personalizzate partendo dalla scansione 3D dell’arto e il progetto di una portantina per accompagnare le persone disabili lungo i sentieri di montagna.

Parole chiave

Engineering education; Disegno tecnico e industriale; Metodi di progettazione; Specificazione Geometrica dei Prodotti (GPS); Veicoli industriali e macchine operatrici speciali

Membri del Gruppo