Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Premio internazionale al Dipartimento di Chimica e Fisica per l'Ingegneria e per i Materiali

C’è anche l’Università degli Studi di Brescia nel team internazionale di ricercatori del Cern denominato Asacusa cui Physics World, rivista ufficiale dell’Institute of Physics, la più importante società britannica di Fisica, ha assegnato ex equo il premio per la scoperta più significativa del 2010.
“E’ stata una decisione molto difficile, visti i fantastici risultati ottenuti dai fisici nel 2010 - spiegano a Physiscs World -. Alla fine abbiamo deciso di assegnare the Physics World 2010 Breaktrhough of the Year ai due team del Cern che hanno aperto nuove vie nel controllo degli antiatomi di idrogeno”.
I due progetti premiati dalla società britannica sono quelli definiti Alpha e Asacusa, di quest’ultimo fa parte, insieme ad altri team (giapponesi, danesi, austriaci, ungheresi, gallesi), il Dipartimento di Chimica e Fisica per l'Ingegneria e per i Materiali dell’Università degli Studi di Brescia, diretto dal professor Evandro Lodi Rizzini. Il gruppo bresciano è completato da Luca Venturelli, professore associato di Fisica sperimentale e dai ricercatori Maurizio Corradini, Nicola Zurlo, Marco Leali e Valerio Mascagna.
A dicembre il team di Asacusa ha annunciato di aver creato un fascio di atomi di anti-idrogento che i ricercatori ritengono adatto a misurare in modo spettroscopico le microonde energetiche.”E’ un riconoscimento particolarmente importante – dice Evandro Lodi Rizzini -, che pone un standard molto difficile per noi da migliorare, giacché non sarà facile essere migliori dei migliori. Siamo molto grati all’Università degli Studi di Brescia per il sostegno che ci ha sempre dato e siamo molto felici per tutti gli studenti che hanno seguito la nostre lezioni e che spero abbiano capito che la loro passione è la nostra”.

Giovedì, 23 Dicembre, 2010