Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Presentato AdEsa, innovativo progetto di adeguamento energetico e sismico

Le Università di Brescia e Bergamo, in collaborazione con le aziende Marlegno, Harpaceas e Edilmatic hanno presentato nei giorni scorsi AdEsa, un innovativo progetto di adeguamento energetico, sismico e architettonico.

L’obiettivo primario del progetto è rilanciare il valore immobiliare del patrimonio esistente mediante una riqualificazione integrata, favorendo i processi di rigenerazione urbana, velocizzandoli mediante soluzioni a secco e prefabbricate, e allineando così l’offerta produttiva italiana alle realtà europea.

Adesa prevede l’applicazione sull’edificio di una “seconda pelle”, un guscio ingegnerizzato costituito da pannelli in legno coibentati, connessi tra loro e alla struttura, con la funzione di cappotto energetico, guscio antisismico e layer per il restyling architettonico, smontabie e riciclabile a fine vita. La tecnologia è concepita inoltre per essere interamente applicata dall’esterno, senza la necessità di riallocazione degli abitanti.

Le Università di Brescia (per la parte architettonica) e Bergamo (per la parte strutturale ed enegetica) da anni compiono studi mirati alla reingegnerizzazione di queste strutture, ai fini di renderli anche funzionali al recupero sismico degli edifici. Alla presentazione  a Bologore (BG) sono intervenuti, per l’Università di Brescia, Barbara Angi, ricercatrice del Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica e il prof. Ezio Giuriani.

AdEsa prevede un investimento di circa 1,7 milioni di euro, in parte finanziato dal bando Smart Living di Regione Lombardia (per il quale ha ottenuto il punteggio più alto in graduatoria) e vedrà la sua prima applicazione a Brescia, nel rivestimento della palestra della scuola Don Milani al quartiere Badia.

In allegato un articolo del Giornale di Brescia sul progetto. 

Venerdì, 27 Luglio, 2018