Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Seminario Cattedra UNESCO “Epidemia di EBOLA tra allerta, paura e realtà”

La attuale epidemia di virus Ebola in Africa Occidentale è la venticinquesima da quando questo filovirus è stato per la prima volta identificato nel 1976 presso il fiume Ebola, che bagna la regione dell’Equateur nella parte settentrionale della Repubblica Democratica del Congo.

Tuttavia, rispetto alle precedenti, il presente evento epidemico offre a considerare aspetti differenti dalle precedenti.

In particolare, oltre a colpire un numero molto maggiore di persone, è la prima che ha interessato le aree urbane dei Paesi interessati e di conseguenza la prima che il Mondo Occidentale percepisce come potenzialmente rischiosa per i propri confini.

Riaffiorano dunque le antiche paure del contagio, invariabilmente portato dall’esterno, e si rinforzano giustamente le misure protettive per un tempestivo riconoscimento ed isolamento dei casi sospetti.

A questo tuttavia si associa l’irrazionale panico che attanaglia la popolazione generale ma anche la classe medica, con il potenziale rischio di fenomeni discriminatori nei confronti di chi si suppone provenire dai Paesi interessati dall’epidemia.

La Cattedra UNESCO “Training and empowering human resources for health development in resource-limited countries” ha organizzato in data 3 novembre 2014 un incontro, aperto ai docenti ed agli studenti della Università di Brescia ma anche alla popolazione generale, finalizzato a contribuire a diffondere elementi di chiarezza sulla epidemia di Ebola ma anche sulle condizioni favorenti la attuale diffusione delle infezioni emergenti nel mondo occidentale.

All’incontro hanno partecipato i Professori Ordinari di riferimento delle discipline interessate alla problematica (Prof. Arnaldo Caruso, Ordinario di Microbiologia), Prof. Francesco Castelli (Ordinario di Malattie infettive e titolare della Cattedra UNESCO) ed il Prof. Francesco Donato (Ordinario di Igiene e Medicina Preventiva) che hanno fatto il punto sulle problematiche virologiche, cliniche ed epidemiologiche della epidemia.