Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

immagine

Malattie dell'apparato digerente

La scuola di Specializzazione dell’Università di Brescia è in grado di far acquisire conoscenze nell’ambito più strettamente internistico, con la possibilità di confronto con pazienti ricoverati dal Pronto Soccorso e dunque anche con quadri complessi, pluripatologici e, nello stesso tempo, indirizzare verso una formazione più strettamente specialistica. All’interno della stessa sede ospedaliera, è infatti possibile acquisire esperienza nella gestione del percorso diagnostico e  terapeutico del paziente “gastroenterologico”, neoplastico e non, ambulatoriale o ricoverato, ma anche conquistare l’autonomia nelle principali attività strumentali, nelle procedure endoscopiche o di imaging (ecografica). Il medico in formazione ha inoltre la possibilità di acquisire competenze maggiormente specialistiche nell’ambito delle malattie infiammatorie croniche intestinali, delle patologie correlate all’assunzione di glutine, delle patologie dell’apparato gastrointestinale superiore e delle patologie funzionali intestinali, interessi specifici del centro di Brescia, seguendo il paziente dal momento della diagnosi per tutta la sua gestione estesa al follow-up delle patologie croniche. Saranno coinvolti poi in prima persona nell’attività ricerca dei diversi ambiti, in tutte le fasi, dalla costruzione dello studio, all’identificazione dei pazienti, al follow-up, con la concretizzazione dei risultati nella stesura del manoscritto.

SCHEDA DEL CORSO

Scuola di Specializzazione in Malattie dell'apparato digerente - Area Medica - Classe della MEDICINA CLINICA GENERALE E SPECIALISTICA (D.I. 68/2015)

DURATA: 4 anni

DIRETTORE DELLA SCUOLA: Prof. CHIARA RICCI

DIPARTIMENTOScienze Cliniche e Sperimentali

ACCORDI INTRATENEO: Università degli Studi di Pavia

FREQUENZA: Obbligatoria. Lo specializzando potrà concorrere al diploma dopo aver completato le attività professionalizzanti.

SBOCCHI PROFESSIONALI: Servizio Sanitario Nazionale, Università, Ricerca, Libera professione

AMMISSIONE: Al concorso possono partecipare coloro che abbiano conseguito la laurea specialistica o magistrale in Medicina e Chirurgia (classe 46/S e classe LM-41) o Laurea del vecchio ordinamento in Medicina e Chirurgia e siano abilitati all’esercizio dell’attività professionale. Il requisito dell’abilitazione professionale deve essere conseguito entro il termine fissato per l’inizio delle attività didattiche, stabilito nel bando di ammissione.

LINK UTILI AGLI SPECIALIZZANDI: