Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

immagine

Medicina d'emergenza-urgenza

Lo specializzando acquisisce in particolare durante i primi due anni di scuola, una solida formazione nella gestione dell’iter diagnostico/terapeutico del malato ricoverato in ambiente internistico con patologia acuta, proveniente dal Pronto Soccorso. Inoltre lo studente viene coinvolto nella gestione delle emergenze/urgenze mediche, presso la US di Medicina d’Urgenza, dove vi sono 8 letti monitorati nel contesto del reparto di Medicina Interna. Le patologie di più frequente osservazione sono: sepsi e shock settico, insufficienza cardiaca acuta, insufficienza respiratoria (con uso frequente della NIVM), aritmie cardiache, shock, complicanze acute del diabete, emergenze e urgenze ipertensive, emergenze-urgenze tossicologiche. Durante il periodo nel reparto di Medicina D’Urgenza lo specializzando è seguito dal tutor e lavora in collaborazione agli specializzandi degli anni successivi.

Già dal I anno sono previste rotazioni (per ora stabilite di durata pari a 2 mesi/anno) nel PS degli Spedali Civili di Brescia, DEA di II livello e Trauma Center di riferimento della provincia. Nel DEA degli Spedali Civili di Brescia gli specializzandi sono affiancati a tutor e svolgono la loro attività principalmente all’ Open Space dell’ambulatorio Urgenze.

Dal II anno lo specializzando frequenta, per un periodo di tempo progressivamente più lungo, anche DEA periferici della provincia di Brescia (Ospedale di Chiarue ospedale di Gardone Val trompia), acquisendo man mano sempre maggiore competenza e crescente autonomia nella gestione del paziente acuto indifferenziato e del suo percorso fino al ricovero o alla dimissione.

Dal II anno lo specializzando effettua rotazioni anche nel Pronto Soccorso Pediatrico dell’ASST Spedali Civili di Brescia, in sala operatoria e nei reparti di area critica: Unità Coronarica e Stroke Unit al II anno; Rianimazione ed emergenza territoriale negli anni successivi. Inoltre sono previsti periodi anche nei PS specialistici (ortopedico e ginecologico).

Lo specializzando matura durante tutto il percorso formativo conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel primo inquadramento diagnostico (sia intra che extraospedaliero) e il primo trattamento delle urgenze mediche, chirurgiche e traumatologiche.

La scuola fornisce, durante il corso dei 5 anni, la possibilità a tutti gli specializzandi di ottenere (grazie alla collaborazione con le altre Scuole di Specializzazione MEU della Lombardia e con SIMEU) la certificazione di ecografia clinica in urgenza avanzata, previo superamento dell’esame, previsto al V anno.

Vi è inoltre la possibilità, per chi interessato, di acquisire maggiore familiarità con l’ecografia cardiaca internistica e l’ecografia doppler dei tronchi sovra-aortici presso il Laboratorio di diagnostica cardiovascolare e con l’Ecografia addominale presso la SSVD di Ecografia Internistica (dove si effettuano anche procedure invasive e dove è possibile partecipare a Corso base di ecografia internistica SIUMB). Nell’ambito della rete delle Scuole Lombarde è previsto un corso di alcuni giorni relativo all’utilizzo degli ultrasuoni in DEA. 

È possibile fare esperienze formative fuori rete formativa?

L’offerta formativa è diversificata in quanto la scuola prevede la rotazione presso 3 PS per adulti della provincia di Brescia: il centro HUB degli Spedali Civili (Brescia) e due PS periferici, i presidi di Chiari e Iseo, che fanno parte dell’ASST della Franciacorta (a partire dal II anno), e quello di Gardone Val Trompia (a partire dal III anno). Dell’offerta fa parte anche il PS pediatrico dell’ASST Spedali Civili di Brescia.

È comunque possibile effettuare brevi periodi fuori rete formativa previa autorizzazione della struttura ospitante e parere favorevole del consiglio di Scuola.

È possibile fare esperienze formative all’estero?

Sì, alcuni specializzandi della scuola hanno già fatto esperienza formativa presso strutture in Regno Unito e negli USA su loro richiesta.

Durante i 5 anni, per quanti mesi sono previste rotazioni nei seguenti reparti?

Medicina d’urgenza/OBI: 111 settimane
Medicina interna: 15 settimane
Pronto soccorso: 94 settimane
Pronto soccorso pediatrico: 9 settimane
Rianimazione: 14 settimane
Sala operatoria (anestesia): 8 settimane
Emergenza territoriale: 12 settimane

E' prevista la possibilità/obbligo di ottenere le principali certificazioni internazionali (ad es: ACLS, ATLS, PALS, ecografia) durante il percorso formativo? 

La scuola fornisce la possibilità a tutti gli specializzandi di ottenere (grazie alla collaborazione con le altre Scuole di Specializzazione MEU della Lombardia e con SIMEU) e nel corso di 5 anni la certificazione di ecografia clinica in urgenza avanzata previo superamento dell’esame previsto al V anno. Tale corso è gratuito per gli specializzandi.
Viene data la possibilità di partecipare come uditore ai corsi ATLS che si tengono annualmente presso l’ASST Spedali Civili e la possibilità di frequentare altri corsi formativi a discrezione dello specializzando.

SCHEDA DEL CORSO

Scuola di Specializzazione in Medicina d'emergenza-urgenza - Area Medica - Classe della MEDICINA CLINICA GENERALE E SPECIALISTICA (D.I. 68/2015)

DURATA: 5 anni

DIRETTORE DELLA SCUOLA: Prof. MARIA LORENZA MUIESAN

DIPARTIMENTOScienze Cliniche e Sperimentali

SEDE: Brescia

FREQUENZA: Obbligatoria. Lo specializzando potrà concorrere al diploma dopo aver completato le attività professionalizzanti.

SBOCCHI PROFESSIONALI: Servizio Sanitario Nazionale, Università, Ricerca, Libera professione

AMMISSIONE: Al concorso possono partecipare coloro che abbiano conseguito la laurea specialistica o magistrale in Medicina e Chirurgia (classe 46/S e classe LM-41) o Laurea del vecchio ordinamento in Medicina e Chirurgia e siano abilitati all’esercizio dell’attività professionale. Il requisito dell’abilitazione professionale deve essere conseguito entro il termine fissato per l’inizio delle attività didattiche, stabilito nel bando di ammissione.

LINK UTILI AGLI SPECIALIZZANDI: