Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

Il nuovo Sistema Bibliotecario di Ateneo compie un anno

È ormai passato quasi un anno dall’istituzione del Sistema Bibliotecario di Ateneo, nel quale sono confluite tutte le biblioteche dell'Università degli Studi di Brescia con lo scopo di assicurare la conservazione, lo sviluppo, la valorizzazione e la gestione integrata dell’intero patrimonio bibliografico e documentario dell’Ateneo, nonché l’accesso alle risorse informative online a supporto delle esigenze della ricerca, della didattica e dell’Amministrazione.

Con la creazione del Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) sono state sciolte le precedenti strutture e create due biblioteche d’area: la Biblioteca di Economia e Giurisprudenza (con sede in Vicolo dell’Anguilla ai Chiostri della Chiesa del Carmine) e la Biblioteca di Ingegneria e Medicina (con due sedi separate, a Ingegneria e a Medicina). Le attività di back office sono state centralizzate tramite la creazione di tre unità operative che si occupano rispettivamente di acquisizione e trattamento dei documenti, catalogazione e gestione delle risorse elettroniche a livello dell’intero Ateneo, superando duplicazioni e frammentazioni. A breve verrà aggregato al SBA anche il cospicuo patrimonio documentale dapprima gestito a livello dipartimentale e quello dell’ex CEDISU nell’ambito del diritto allo studio, servizio che verrà garantito dalle singole sedi bibliotecarie. Questa operazione, che ha comportato anche una riallocazione degli spazi sia presso le Biblioteche che presso le altre strutture, avrà come esito finale la messa a disposizione dell’utenza nelle diverse sedi di circa 40.000 volumi, prima in gran parte non disponibili a catalogo.

Il Rapporto 2011, pubblicato da pochi giorni a cura del sistema bibliotecario dell’Ateneo, consente uno sguardo più approfondito sul funzionamento delle biblioteche dell’Ateneo bresciano.
Da un punto di vista strutturale le biblioteche di Ateneo coprono un area complessiva di quasi 5.000 metri quadrati, di cui circa 3.300 accessibili all’utenza, quasi interamente coperti da rete WiFi: il progressivo ampliamento delle aree coperte da rete wireless consente agli utenti istituzionali di accedere alle cospicue risorse digitali (quasi 63.000 libri elettronici, più di 31.000 periodici on-line, per un totale di circa 255.000 ricerche/anno su risorse elettroniche e 330.000 articoli/anno in formato elettronico scaricati) anche oltre gli orari di apertura delle biblioteche, mentre il perfezionamento dei servizi da remoto consente agli utenti istituzionali l’accessibilità alle medesime risorse 24 ore su 24, sette giorni su sette da qualsiasi postazione internet. I posti di lettura sono  complessivamente 321 e 45 le postazioni informatiche disponibili per gli utenti.
Complessivamente la spesa per materiale documentario e di funzionamento per le tre biblioteche è stata di 1.300.738,34 euro, di cui circa 719.000 per risorse elettroniche.
Per quanto riguarda i servizi, nell’anno in esame sono state effettuate dalle biblioteche oltre 18.000 operazioni di prestito e 8.500 di consultazione (escluso il materiale a scaffale aperto), per una media, considerando le restituzioni, di 228 operazioni giornaliere.
Oltre 1.300 sono stati i documenti forniti tramite i servizi di prestito interbibliotecario e circa 6.900 quelli transitati attraverso il servizio di Document Delivery.
Di una certa rilevanza anche i dati relativi all’utilizzo delle risorse elettroniche; nel 2011 sono stati scaricati o visualizzati, a livello di intero Ateneo, oltre 330.000 full text di periodici e 1.450 di libri elettronici. Quasi 200.000 sono state le sessioni di accesso alle risorse, per più di 255.000 ricerche effettuate.
Anche altri servizi avanzati denotano un positivo riscontro da parte dell’utenza: 45.000 sono stati gli utilizzi di Sirio/SFX (Open-url resolver), 20.600 le sessioni di utilizzo di METALIB (metamotore di ricerca) per quasi 45.000 ricerche effettuate.

Il nuovo regolamento ha inoltre ridefinito le modalità di erogazione dei servizi di prestito, aumentando sensibilmente il numero di prestiti garantiti a studenti per i libri di testo (fino a 4 volumi per 180 giorni), a docenti, ricercatori, dottorandi, assegnisti e borsisti (fino a 30 volumi per 365 giorni), a laureandi e iscritti  a corsi post-laurea (fino a 10 volumi per 90 giorni). Dallo scorso mese di settembre è altresì possibile per l’utente verificare direttamente nell’OPAC la effettuare prenotazioni, verificare la situazione dei documenti già a prestito oppure riservare documenti disponibili, rinnovare i propri prestiti se prorogabili, salvare bibliografie e ricerche.

Il miglioramento del servizio offerto ha infine toccato anche l’apertura al pubblico delle Biblioteche, estendendo e rendendo l’orario omogeneo per le tre sedi dalle ore 8:30 alle ore 17:45 dal lunedì al venerdì.

Anche la Sezione storica della Biblioteca di Economia e Giurisprudenza, che conta circa 13.000 pubblicazioni antiche e/o di pregio e, fra gli antichi, annovera 124 cinquecentine , 156 esemplari del 1600, 524 del 1700 e circa 500 esemplari del primo 800, ha trovato collocazione presso i locali appositamente predisposti nella sede di Vicolo dell’Anguilla. Numerose sono le edizioni di particolare pregio ed interesse scientifico giuridico, quali la "Magna Glossa" di Accursio, varie edizioni del 1500 del "Corpus Iuris Canonici" con le glosse, la "Summa Aurea" di Enrico da Susa, l' "Aurea Glossa" di Bartolomeo da Capua. Tra gli esemplari del 1600 si annoverano l' "Opera omnia" di Barbosa e di Claro Iulio, l'opera di Solorzano Pereira "De Indiarum iure", il "Theatrum Veritatis" di De Luca; fra le edizioni del 1700 si segnalano i vari commentari del "Corpus iuris civilis" di Brunnemann o di D. Gothofredus, il "Codex Theodosianus" di J. Gothofredus, il "Codex Fabrianus", l'opera di Grotius e tante altre preziose fonti del diritto

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo così riformato si appresta ad ottenere, entro la metà del 2013, la Certificazione di qualità sulla base della normativa ISO.

Il rapporto completo è disponibile sul Portale di Ateneo, nella Sezione “sistema Bibliotecario di Ateneo”, nella Sezione Biblioteche (http://www.unibs.it/biblioteche/sistema-bibliotecario-di-ateneo).

Venerdì, 19 Ottobre, 2012