Protezione Dati Personali

Privacy e protezione dei dati personali

L’Università degli Studi dei Brescia protegge i dati personali degli individui con cui entra in contatto per il perseguimento delle finalità istituzionali, nel rispetto del Regolamento Generale per la Protezione dei Dati (GDPR, General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679, in seguito “GDPR”) e al D.Lgs. 196/2003 (in seguito “Codice della Privacy”)

In questa pagina sono disponibili i testi delle informative destinate alle diverse categorie di interessati.

Il Titolare del trattamento è l’Università degli Studi di Brescia, nella persona del Magnifico Rettore, che ha designato (con Decreto Rettorale Rep. n. 872/2019 del 15 ottobre 2019) Responsabile della protezione dei dati (RPD/DPO) la Società Frareg S.r.l. nella persona del dott. Giovanni Parravicini, contattabile all’e-mail: rpd@unibs.it

Se sei minorenne, prima di comunicare i tuoi dati all’Ateneo, ti preghiamo di leggere attentamente le informative insieme ai tuoi genitori o ai titolari della responsabilità genitoriale. I rappresentanti legali degli utenti minorenni possono esercitare i diritti scrivendo a rpd@unibs.it.

 

Finalità dei trattamenti

L’Università degli Studi di Brescia è un’istituzione pubblica, sede primaria della ricerca scientifica e dell’istruzione superiore. Nel rispetto dei diritti fondamentali della persona con particolare riferimento alla privacy e alla protezione dei dati personali, assume tutte le iniziative e compie tutti gli atti idonei a realizzare i propri fini istituzionali, ma anche strumentali - anche indirettamente - ai fini stessi (art. 1 dello Statuto dell’Università degli Studi di Brescia  Allegato al D.R. n. 68 del 2 dicembre 2011).

In particolare, tra le finalità istituzionali dell'Ente, vi è la  promozione e  la disseminazione delle attività di ricerca dell’ateneo, con la presentazione  delle competenze di docenti e ricercatori mediante la pubblicazione delle informazioni relative al loro curriculum vitae scientifico attraverso un portale web ad accesso pubblico”.

Base giuridica

I dati personali saranno trattati in attuazione dell’art. 33 della Costituzione e dell’art. 6 della legge n. 168/1989 e s.m.i., ai sensi dell’art. 6 del GDPR, comma 1 lettera c) (trattamenti per obblighi di legge), e) (trattamenti per ragioni di interesse pubblico), lettera b) (trattamenti necessari in esecuzione di un contratto di cui l’interessato è parte o all’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso) e lettera f) (legittimo interesse del titolare se non prevalgono interessi, diritti e libertà fondamentali dell’interessato specie se minore)

Diritti degli interessati

Il GDPR riconosce alla persona fisica a cui si riferiscono i dati (interessato del trattamento) i diritti elencati di seguito:

  • Diritto di accesso ai dati personali.
  • Diritto di rettifica.

Nei casi previsti dalla legge anche:

  • il diritto alla cancellazione dei dati (cd. diritto all’oblio).
  • il diritto alla limitazione del trattamento dei dati.
  • il diritto alla portabilità dei dati.
  • il diritto di opporsi alle attività di trattamento.

In caso di trattamento basato sul consenso, la possibilità di revocarlo in ogni tempo fermo restando la liceità del trattamento basato sul consenso successivamente revocato.

Per esercitare questi diritti, puoi fare richiesta usando i dati di contatto del titolare del trattamento e del Responsabile per la protezione dei dati.

Puoi utilizzare il modello presente sul sito del Garante per la protezione dei dati personali, che è la competente autorità di controllo per l’Italia. In alternativa puoi proporre reclamo presso l’Autorità Garante dello Stato UE in cui risiedi o abitualmente lavori oppure nel luogo ove si è verificata la presunta violazione.

Ultimo aggiornamento il: 05/11/2021