Portale di Ateneo - Unibs.it Portale di Ateneo - Unibs.it

ARCHITETTURA E COSTRUZIONI

La Macro Area Architettura e Costruzioni si configura come un’area di ricerca tematica i cui principali interessi scientifici comprendono le discipline e il personale afferenti ai settori scientifici disciplinari:

ICAR/10 – Architettura Tecnica
Alberto Arenghi

Davide Fappani

ICAR/11 – Produzione Edilizia
Angelo Ciribini

Enrico Donini

ICAR/14 – Composizione architettonica e urbana
Marina Montuori

Olivia Longo

 

SINTESI ATTIVITÀ DI RICERCA PER SSD

ICAR/10 – Architettura Tecnica

Gruppo di ricerca coordinato da Alberto Arenghi
Web site

I temi principali delle ricerche dell'SSD ICAR/10 sono riferiti:

  1. allo studio dell’accessibilità dei Beni Culturali.
    La ricerca, che prosegue da alcuni anni, negli ultimi tempi si è caratterizzata per un approccio interdisciplinare: l’accessibilità edilizia – che passa attraverso la composizione dei due valori che fanno riferimento alla tutela del bene ed alla sua fruibilità da parte del maggior numero di utenti possibili – deve essere valutata in un quadro più ampio dove entrano in gioco i risvolti di carattere economico-turistico, quelli connessi all’ICT ed a sistemi meccanici ‘innovativi’ e quelli di natura giuridica. In questo contesto si è dato vita al Laboratorio Interdipartimentale *brixia accessibilità lab. Accessibilità ai Beni Culturali & Benessere* che vuole definire, consolidare e promuovere una nuova cultura dell’accessibilità; una cultura che veda l’accessibilità dell’habitat come una grande risorsa collettiva per l’affermazione delle capacità e dell'agibilità dell’uomo (capability), per rendere più vitali, sicure e coese le comunità locali, per la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico e per la promozione di nuovi stili di vita rivolti al conseguimento del benessere psicofisico della persona.
  2. alla valutazione del comportamento termico di componenti edilizi in opera (convenzione conto terzi con Associazione Industriale Bresciana).
    La ricerca si basa sullo studio del comportamento termico di serramenti installati su celle di prova adiabatiche mediante modellazione numerica e prove sperimentali con camera climatica secondo i seguenti step:
    a. modellazione termica delle celle di prova e mappa termica delle temperature superficiali del serramento ottenuta con software (Energy+ e Therm) per la simulazione del comportamento termico;
    b. definizione del protocollo di prova in laboratorio per la determinazione del comportamento termico di serramenti con camera climatica e realizzazione delle prove in laboratorio con elaborazione dei relativi risultati;
    c. rielaborazione dei dati ottenuti dalla sperimentazione sulle celle di prova, confronto con i dati ottenuti dalla modellazione numerica.
  3. alla studio sperimentale del comportamento estivo di componenti edilizi.
    La ricerca è stata condotta in laboratorio con la camera climatica per la definizione dei parametri che caratterizzano il comportamento estivo (trasmittanza periodica, sfasamento ed attenuazione) con riferimento ad isolanti termoriflettenti (convenzione conto terzi con Anittep srl di Milano) ed a sistemi di facciata ventilati in zinco-titanio (in collaborazione con la ditta Zintek di Marghera (VE)) – quest’ultima attività è stata avviata insieme al prof. Roberto Ranzi e all’ing. Stefano Barontini –.

Gruppo di ricerca coordinato da Davide Fappani
Web site

 

ICAR/11 – Produzione edilizia

Gruppo di ricerca coordinato da Angelo Ciribini
Web site

Il Gruppo di ricerca è attivo, in collaborazione con ITC CNR, sui temi dell'Information Modelling and Management, con le seguenti declinazioni:

  1. BIM for Cultural Heritage, all'interno del PRIN coordinato dal Politecnico di Milano;
  2. BIM for Tendering, in collaborazione con VTT;
  3. BIM for Health & Safety, in collaborazione con MM;
  4. BIM for Infrastructures, in collaborazione con Italferr e Cepav Due;
  5. BIM for Public Procurement, in collaborazione con Ministero Infrastrutture e Trasporti;
  6. BIM for Energy Performance Contracting, in collaborazione con CSTB e VTT.

Il Gruppo partecipa anche al Programma di Ricerca promosso dal Governo Francese denominato MINnD.

 

ICAR/14 – Composizione Architettonica e Urbana

Gruppo di ricerca coordinato da Marina Montuori

I temi principali di ricerca del gruppo coordinato da Marina Montuori sono riferiti:

  1. all'indagine su nuove pratiche progettuali per la riqualificazione sostenibile di complessi di habitat sociale in Italia (PRIN 2009), che ha come finalità la rigenerazione integrata dell’edilizia abitativa. Lo studio in corso muove dall'evidenza che occorre definire nuove metodi progettuali da adottare per la riqualificazione di grandi e medi complessi di edilizia economica e popolare costruiti in Italia negli ultimi cinquant'anni, e considerati in sofferenza sul piano strutturale e/o costruttivo, funzionale (o impiantistico) e/o sociale. Propone di non ricorrere alla demolizione se non come extrema ratio, ma di imparare a valutare costi e benefici delle operazioni di manutenzione urbana adattiva (in grado cioè di rispondere nel tempo al mutare delle esigenze abitative), sperimentando l'impiego di materiali e tecniche autoctone, capaci di radicare le architetture ai contesti in cui sorgono;
  2. allo sviluppo sostenibile del territorio [convenzione conto terzi con la Società Agricola Fratelli Ferro di Rosolina (RO)]. La ricerca si basa sulla necessità di concepire architetture in sintonia con i processi naturali e i meccanismi antropici che interferiscono con essi. L’intento perseguito è quello di mettere in atto un processo di riqualificazione delle trame segrete di un luogo, delle loro dinamiche, a volte nascoste, che animano le continue trasformazioni naturali e artificiali, nonché nell'integrare l’architettura nel paesaggio (che lo si intenda come "naturale" o "perturbato" dalla presenza umana), applicando il concetto di economia, inteso non come il minor costo a breve termine ma come il sistema più efficiente per minimizzare gli sprechi;
  3. alla formulazione di scenari sperimentali per il recupero di aree industriali in dismissione (ricerca MIUR ex 60% “Architettura e cultura dei luoghi: nuove sinergie architettoniche tra industria agricoltura e paesaggio. Esercizi di riqualificazione integrata di aree industriali nel territorio bresciano”) al fine di definire:
    - il recupero, attraverso l’uso di tecnologie a secco e reversibili, di grandi reliquati industriali, secondo principi di sostenibilità del progetto;
    -  la possibilità di far convivere più modalità d'uso in un sistema integrato di attività produttive anche a fini turistici o agri-turistici di natura sperimentale;
    - il recupero alla fruizione di spazi negati, di porzioni di territorio che si pongono come elemento di contraddizione dello sviluppo industriale;
    - le modalità di collaborazione con partner afferenti ad altri ambiti disciplinari (ad es. l'istituto di studi economici Nomisma di Bologna) per verificare la tenuta economica degli scenari di riqualificazione – sia essa in ambito residenziale o ex-industriale – in relazione alla messa a punto di nuovi possibili criteri di quantificazione del valore immobiliare. 

 

Gruppo di ricerca coordinato da Olivia Longo
Web site

I temi principali delle ricerche coordinate da Olivia Longo si riferiscono al progetto Grande Guerra Unibs 2014-19. Analisi, riuso e ricomposizione delle architetture e dei territori della prima guerra mondiale dal passo dello Stelvio al lago di Garda che ha come obiettivo la riqualificazione e ricomposizione della aree caratterizzate dalla presenza di manufatti costruiti prima e durante la Prima Guerra Mondiale, collocati in prossimità delle linee del fronte, tra il passo dello Stelvio e il lago di Garda. La riqualificazione dei luoghi in senso lato, coinvolge sia gli enti pubblici che i privati appartenenti al territorio, con l’obiettivo di intessere una rete di relazioni sia antropologiche che culturali, che economiche, determinando la possibilità di realizzare anche edifici di piccole dimensioni, con tecniche costruttive adeguate alle caratteristiche fisiche dei luoghi ed alla particolare qualità estetica dei contesti paesaggistici.

Le ricerche dell’ICAR/14 si inseriscono principalmente nei settori ERC (European Research Council):

PE8 - Products and Processes Engineering: Product design, process design and control, construction methods, civil engineering, energy systems, material engineering

  • PE8_12 - Sustainable design (for recycling, for environment, eco-design)
  • PE8_16 - Architectural engineering

SH3 - Environment, space and population

  • SH3_1 Environment, resources and sustainability
  • SH3_2 Environmental change and society
  • SH3_10 Urbanization, cities and rural areas