Studenti Outgoing - Covid-19 Emergency

Indicazioni sulla mobilità internazionale 

Con DR n.24 del 09/01/2021 e DR n.384 del 13/04/2021 sono state autorizzate le attività di mobilità internazionale degli studenti vincitori di borsa Erasmus+ per studio, traineeship o per tesi all'estero. 

Sono possibili le partenze degli studenti in mobilità internazionale per motivi di studio, tirocinio e tesi all’estero esclusivamente verso gli altri Paesi dell’Unione Europea e i Paesi partecipanti al programma Erasmus+, a condizione che:

  • le norme in vigore in Italia e nel Paese di destinazione, le disposizioni del Governo italiano, della Commissione Europea, dell'Agenzia Nazionale Erasmus Plus+ (INDIRE), del MUR e del MAECI, legate alle condizioni sanitarie, consentano la mobilità per studio verso e dai Paesi di destinazione;
  • vi sia la volontà formalmente espressa e documentata da parte dell’Ente ospitante di accettare e di consentire la regolare realizzazione della mobilità programmata secondo i propri protocolli di sicurezza.

Agli studenti in partenza spetta l’onere di informarsi sulle modalità di erogazione della didattica presso gli Enti ospitanti e sulle condizioni sanitarie delle località di destinazione e di dichiarare quanto contenuto nell'apposita dichiarazione messa a disposizione dalla UOC Mobilità Internazionale Studenti.

Agli studenti in partenza spetta inoltre l’onere di allegare alla dichiarazione l’attestazione dell’Ente ospitante di accettazione della mobilità in ingresso.

Tutti gli studenti intenzionati a partire sono pregati di mettersi in contatto con l'ufficio per le pratiche pre-partenza.

Preso atto delle eccezionali difficoltà che stanno vivendo gli studenti dell’Università degli Studi di Brescia che hanno optato per continuare la loro esperienza Erasmus+, qualora decidessero di rientrare in Italia, è consentito loro proseguire il programma Erasmus+ in modalità telematica, frequentando le lezioni a distanza organizzate dall’Università ospitante, nel rispetto del Learning Agreement approvato.

Al fine di completare l’acquisizione di tutti gli ECTS programmati è consentito loro di sostenere prove a distanza, qualora previste, presso l’Università ospitante. È inoltre consentito a tali studenti seguire le lezioni anche di altri insegnamenti non ricompresi nel Learning Agreement, erogati dall’Università degli Studi di Brescia, e sostenere i relativi esami, a partire dalla prossima sessione utile.

Agli studenti che dovessero rientrare in Italia concludendo definitivamente la propria esperienza di mobilità Erasmus+, è garantito il supporto dell’Ufficio Mobilità Internazionale per l’immediato reinserimento nei propri Corsi di studio.

Mobilità blended

L'Agenzia Nazionale INDIRE con la nota 4 del 30.07.2020, ha chiarito quanto segue:

Le mobilità che erano state pianificate come attività in presenza, a causa delle misure di contrasto al contagio da COVID-19, potranno essere avviate in modalità “virtuale”, con qualsiasi tipo di attività online che sia rispondente all’obiettivo della mobilità per studio e/o per traineeship: “distance learning/training” organizzata dall’istituzione ospitante, formazione virtuale etc.

Le mobilità dovranno essere pianificate considerando il loro completamento con un periodo di attività in presenza all’estero (mobilità fisica), laddove l’evolversi dello stato dell’emergenza lo consenta.

Nel caso dovessero perdurare le restrizioni, la durata della mobilità fisica potrà essere ridotta a favore di una maggiore durata della componente virtuale, oppure potrà essere valutato di introdurre un periodo di interruzione tra i periodi di mobilità virtuale e fisica, purché l’attività sia svolta entro il termine del periodo contrattuale e sia rispettata la durata minima stabilita nella Guida al Programma.

Nel caso in cui il perdurare delle restrizioni dovute all’emergenza epidemiologica non consenta ai partecipanti di completare la mobilità con un periodo di attività fisica all’estero, sarà ritenuto eleggibile anche un intero periodo di mobilità virtuale.

Pieno riconoscimento tramite il sistema ECTS dovrà essere garantito per tutti i risultati di apprendimento ottenuti nelle mobilità Erasmus+, per tutte le attività svolte sia nel periodo di mobilità virtuale che in quello di mobilità fisica. Al fine di consentire lo sviluppo delle competenze linguistiche, i partecipanti potranno beneficiare delle opportunità previste dall’Online Linguistic Support (OLS) prima dell’inizio della mobilità virtuale e per tutta la durata della mobilità. 

In termini di finanziamento, per le mobilità svolte in modalità blended o interamente virtuali, la Commissione Europea detta nuove disposizioni secondo le quali durante il periodo di mobilità “virtuale” al partecipante non sarà riconosciuto alcun contributo relativo al supporto individuale. Solo nel caso in cui il partecipante dovesse concludere la mobilità in presenza, potrà ricevere il relativo contributo unitario spettante per i giorni effettivi di mobilità svolti in presenza. 

Navigazione.
Ultimo aggiornamento il: 02/08/2021