Studenti extracomunitari residenti all'estero

quattro studenti davanti al computer

Domanda di visto per studio

I candidati non dell’Unione europea residenti all’estero devono presentare la domanda di visto per studio a.a. 2021/2022 esclusivamente tramite il portale Universitaly.
 

Disposizioni del Ministero dell'Università e della Ricerca

Il Ministero dell'Università e della Ricerca emette annualmente disposizioni relative all'ammissione alla formazione superiore in Italia di candidati nonUE residenti all'estero, alle quali è necessario attenersi.

 

Prova di conoscenza della lingua Italiana

Tutti i cittadini non comunitari che risiedono all'estero e chiedono l'ammissione a un corso di laurea/laurea magistrale/laurea magistrale a ciclo unico erogato in lingua italiana devono dimostrare di conoscere la lingua italiana, come previsto dalle disposizioni del Ministero dell'Università e della Ricerca.

Ai candidati viene richiesto un certificato di livello B2 o superiore emesso nell’ambito del sistema di qualità CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità).

In caso non abbia ottenuto il certificato, il candidato deve sostenere con esito positivo la Prova di lingua italiana presso l’università: coloro che non superano tale esame non vengono ammessi al corso di studi scelto.

La prova non è richiesta se si domanda l'ammissione a un corso erogato in lingua inglese.

Ultimo aggiornamento il: 24/06/2021