Giurisprudenza | Casa dei mercanti

Giurisprudenza | Casa dei Mercanti

UNIVERSITAS MERCATORUM

La Casa dei Mercanti è la sede di Giurisprudenza.

 

Situato in corso Goffredo Mameli, a poca distanza da Piazza Rovetta e Piazza della Loggia, il palazzo era l’antica Casa dei Mercanti, il palazzo delle arti e dei mestieri della città. 
Risalente al XII secolo, il nucleo originario del palazzo, situato nella via principale del quartiere in cui si addensavano botteghe, negozi e laboratori, diventa quindi la sede dell’Università dei mercanti, organismo supervisore delle varie corporazioni sotto le quali erano riuniti mercanti, commercianti e artigiani. 
Nel XVI secolo, il palazzo divenne la sede di quelle stesse corporazioni che l’Università supervisionava e in questo stesso periodo subisce importanti ristrutturazioni secondo le nuove linee rinascimentali. L’istituzione rimane attiva fino al 1801 quando viene sostituita dalla Camera di Commercio e Industria, che ne eredita le funzioni. Nei decenni successivi diventa la sede della facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Brescia.
Il palazzo conserva l'originaria architettura rinascimentale solamente nella porzione occidentale della facciata, dove si trova l'originale portale d'ingresso, inquadrato da lesene di ordine tuscanico. Il corpo orientale, frutto del rifacimento novecentesco è definito da un'elegante sequenza di cinque arcate a tutto sesto al piano superiore e da tre ampi archi a quello inferiore, che proseguono sul lato orientale con altre due campate. Al piano terra si apre l’Aula Falcone-Borsellino, dove si radunavano le diverse corporazioni dallo sviluppo longitudinale con copertura a cassettoni lignei adornati da tavelle policrome quattrocentesche con ritratti virili e stemmi.